Chiamata per lo screening oncologico: è morta da mesi per un tumore

Un altro caso imbarazzante dopo quello del padre che si è visto recapitare a casa l'esito del tampone del figlio morto 18 mesi prima, in tempi pre-Covid

Chiamata per lo screening oncologico ma è già morta da dieci mesi, proprio per un tumore. La vicenda è riportata dal sito notiziediprato.it.

“Quando ho letto del referto inviato dall'ospedale ai genitori di quel povero bambino morto lo scorso anno - ha raccontato Giovanni, pratese, figlio della deceduta, al quotidiano pratese - ho ripensato al dispiacere che ho provato nelle scorse settimane quando ho trovato nella cassetta delle lettere della mia mamma l'invito della Asl Toscana centro a effettuare l'esame per la prevenzione del tumore all'intestino, malattia per la quale mia madre è morta a dicembre del 2019".

Giovanni, riporta sempre notiziediprato.it, è rimasto colpito ma non sorpreso dalla notizia di un referto consegnato non solo al paziente sbagliato ma ad un paziente che purtroppo non c'è più.

La triste scoperta

“Ho aperto la busta che arrivava dal Centro di prevenzione oncologica e ho ripensato alla sofferenza della mia mamma. La lettera la invitava ad aderire al programma di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del colon retto, un percorso che ormai non ci serve più” aggiunge Giovanni.

Non è purtroppo raro che comunicazioni sanitarie di questo tipo arrivino a persone decedute. Il problema è sempre il solito: il mancato aggiornamento delle banche dati Asl.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Comprendo lo sdegno della famiglia del bambino che l iha portati a minacciare anche azioni legali – conclude Giovanni – sono ferite che si riaprono senza motivo, per un errore materiale che potrebbe essere evitato con un po' di attenzione in più e soprattutto con la rivisitazione periodica degli elenchi a cui l'azienda sanitaria attinge”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento