Lungarno di Santa Rosa / Il Pignone  / Lungarno di Santa Rosa

La protesta: “Con la scusa della sicurezza distruggono il verde”

I lavori del Comune hanno attirato l'ira dei residenti. "Stanno tagliando piante lì da 40 anni. È uno scempio"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Brutto risveglio questa mattina per i residenti del Lungarno di Santa Rosa. Se ieri erano andati a letto dopo aver visto i cartelli che annunciavano la richiesta di spostare le macchine perché gli addetti comunali dovevano tagliare il verde, questa mattina hanno masticato amaro quando hanno capito cosa stava accadendo.

“Mi son svegliato e ho visto che stavano abbattendo la siepe lì da 40 anni, una siepe bellissima di più di 300 metri – ci dice con rammarico un residente – e quando ho chiesto il perché, mi hanno risposto dicendomi che così i vigili urbani riescono a vedere cosa succede nel giardinetto. Io non ho parole”.

Uno dei motivi del taglio quindi, stando a quanto spiega il residente sarebbe per aumentare la sicurezza della zona. Soprattutto quella nelle vicinanze del giardino, più volte denunciata dai residenti. Nel parco ad esempio, tanti genitori hanno smesso di portare i loro bambini e qualche mese fa, una bimba si era tagliata con la fiala di una siringa.

“Ho chiamato più volte la polizia e in quel giardino succede di tutto – commenta uno dei residenti – spaccio, concerti coi bonghi, gente che si litiga la panchina per dormire. O picnic con tanto di distese di birra a terra al mattino. Ora pensano che non essendoci più la siepe, sia un deterrente? Non c'era altro modo?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta: “Con la scusa della sicurezza distruggono il verde”
FirenzeToday è in caricamento