Lungarno, minacciano i passanti con un collo di bottiglia: denunciati

Intervento dei carabinieri nei pressi del TuscanyHall

La scorsa notte i carabinieri del nucleo radiomobile di Firenze sono intervenuti sul Lungarno Aldo Moro, nei pressi del chiosco davanti al Tuscany Hall, a seguito di una lite che rischiava di degenerare.

Intorno alle 23.30, infatti, due persone si sono messe a minacciare, puntando contro di loro un collo di bottiglia, due senesi di 29 e 48 anni e un fiorentino di 29 anni.

L'intervento tempestivo dei militari ha evitato che dalle minacce si passasse ai fatti, bloccando i due esagitati. A finire denunciati a piede libero per il reato di minaccia aggravata in concorso, sono stati un pistoiese di 25 anni e un lastrigiano di 31 anni, entrambi incensurati. Futili i motivi alla base della lite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lite durante la serata latina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento