rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Ludopatia, verso il regolamento comunale ma è polemica

Anche la Regione adotta nuove misure. Diminuiscono i giovani dipendenti

“Invece di lavorare insieme sul nostro testo, il PD ha scelto come al solito di rinunciare al confronto in consiglio, e di andare avanti in solitaria con una proposta di giunta che è stata presentata nelle sue linee generali, ma che ancora nessuno ha visto”. E’ quanto sostenuto dai consiglieri comunali di Firenze Riparte a Sinistra in merito al regolamento anti-slot che sta mettendo a punto la giunta di Palazzo Vecchio. I consiglieri hanno detto di aver proposto al Comune di includere anche gli esercizi commerciali che hanno una sola piccola parte dedicata ai giochi, questi sembrerebbero esclusi dal nuovo regolamento, ma la loro proposta non è stata ascoltata

Intanto anche la regione Toscana si muove per fronteggiare questa piaga sociale. In Toscana il 36,8% degli studenti tra i 15 e i 19 anni ha giocato d'azzardo nel 2016, e anche se il fenomeno è in calo rispetto agli anni precedenti, l'11,8% di essi è a rischio di sviluppare delle problematiche, mentre il 6,8% ne è dipendente. E' quanto emerso dallo studio del Cnr Espad sulla diffusione del gioco d''azzardo e di quello ''problematico'' nella popolazione studentesca, illustrato ieri nel corso della riunione dell''Osservatorio toscano sul gioco d''azzardo, presieduto da Serena Spinelli (capogruppo Mdp in Consiglio regionale).

Lo stesso osservatorio ieri ha approvato un piano regionale di contrasto al gioco d'azzardo in Toscana. "Lo studio Ipsad del Cnr - ha detto Serena Spinelli - sulla diffusione del gioco d'azzardo nella popolazione generale, rivela che circa il 50% delle persone residenti in Toscana ha giocato con una frequenza che può andare da una volta ogni tanto a più frequentemente. Di queste, il 10% circa sviluppa delle problematicità legate al gioco. Per questo, l''osservatorio ha chiesto alla Regione di proseguire con un monitoraggio sempre più specifico, in grado di leggere criticità territoriali e caratteristiche socio demografiche del fenomeno". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ludopatia, verso il regolamento comunale ma è polemica

FirenzeToday è in caricamento