menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna in classe la prof che attaccò Liliana Segre: è bufera

La senatrice, sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti, fu definita "in cerca di pubblicità". Protestano i genitori, Nardella: "Perché è stata reintegrata?"

E' tornata a fare regolarmente lezione alla scuola Mazzanti, pienamente reintegrata, la professoressa che lo scorso anno definì Liliana Segre, oggi senatrice a vita, sopravvissuta da bambina ai campi di sterminio nazisti, come "persona che va in giro a farsi pubblicità".

Parole che furono riportate a casa dalle ragazze e dai ragazzi, suscitando la rabbia dei genitori. Quindi la decisione di sospendere temporaneamente la docente dall'insegnamento.

Ora si scopre però del suo reintegro e nuovamente arrivano le proteste di genitori e non solo. "Disse che Liliana Segre voleva farsi pubblicità con il Giorno della memoria. Per questa frase vergognosa la docente era stata sospesa. Perché è stata reintegrata come se nulla fosse? Aspettiamo valide motivazioni", ha scritto per esempio il sindaco Dario Nardella su Twitter.

Dall'Ufficio scolastico regionale per ora bocche cucite. Il ministero dell'istruzione ha però già inviato un ispettore per verificare la situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento