rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca Via Luca Giordano

Le Cure, sgombero in un edificio di via Giordano: tensioni e proteste / FOTO

Il Movimento di lotta per la casa: "Il Comune manda sulla strada 50 rifugiati politici"

Questa mattina è stata sgomberata una struttura occupata prevalentemente da cittadini di origine somala in via Giordano. Per eseguire l'operazione di sgombero la strada è stata chiusa al traffico.

Ci sono stati tafferugli tra le forze dell’ordine e un gruppo di occupanti quando alcuni di questi hanno provato a rientrare all’interno dell’edificio. Da via Luca Giordano è partito un corteo di protesta che prima si è diretto verso il cavalcavia delle Cure, bloccandolo temporaneamente, e adesso si sta dirigendo verso Palazzo Vecchio al grido “Comune, vergognati!”. Il corteo è stato fermato dalla polizia in via Cavour.

Il movimento di Lotta per la casa accusa l’amministrazione di mettere per strada 50 rifugiati politici. “Le forze dell’ordine si sono presentate senza alcuna alternativa abitativa - dice Luca Toscano del movimento di Lotta per la casa -. E’ da 10 giorni che denunciamo il fatto che il Comune ha smesso di offrire un servizio di accoglienza temporanea agli sfrattati a causa di un taglio al bilancio comunale”.

L’edificio in cui si trovavano i somali sarebbe di proprietà del Comune. 10 anni fa l’amministrazione lo aveva consegnato all’associazione di mutuo soccorso in memoria di Abucar Moallim con la promessa di renderlo abitabile, l’edificio è infatti costituito prevalentemente da magazzini. “In 10 anni il Comune non ha fatto niente - continua Toscano - e stamani è venuto a sgomberare. La motivazione dell’amministrazione non regge, dice che lo fa per motivi di inabitabilità dello stabile”.

Sgombero via Giordano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Cure, sgombero in un edificio di via Giordano: tensioni e proteste / FOTO

FirenzeToday è in caricamento