rotate-mobile
Cronaca Signa

Signa: 14 lavoratori 'in nero', le Fiamme Gialle chiudono due ditte cinesi

Due ditte tessili sono state chiuse per aver superato la soglia del 20% di lavoratori impiegati in modo regolare. Nei riguardi dei titolari delle aziende è stata applicata la multa di 1.500 euro per ogni lavoratore non in regola

Due ditte tessili di Signa – gestite da cinesi – sono state chiuse per aver superato la soglia del 20% di lavoratori impiegati in modo regolare: si tratta, in tutto, di 14 lavoratori ‘in nero’. È questo il bilancio dei controlli eseguiti dalla guardia di finanza, ispettori delle direzione territoriale del lavoro, personale Asl e vigili del fuoco.

Nei riguardi dei titolari delle aziende è stata applicata la multa di 1.500 euro per ogni lavoratore non in regola, oltre alla sanzione prevista per il numero di giornate lavorative irregolarmente effettuate. Secondo quanto emerso, la Asl ha rilevato violazioni in materia di igiene e sicurezza dei luoghi di lavoro, tra cui l’impiego di sostanze chimiche nel ciclo produttivo e il mancato mantenimento in efficienza dei sistemi di protezione di alcuni macchinari, per le quali provvederà ad effettuare le relative denunce.

Al vaglio le posizioni fiscali delle ditte controllate e la regolarità dei contratti di locazione. Dall’inizio dell’anno i controlli svolti dai finanzieri del comando provinciale di Firenze hanno permesso di scoprire, in tutta la Provincia di Firenze, 315 lavoratori ‘in nero’ e 27 lavoratori irregolari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Signa: 14 lavoratori 'in nero', le Fiamme Gialle chiudono due ditte cinesi

FirenzeToday è in caricamento