rotate-mobile
Cronaca San Jacopino / Viale Francesco Redi

Lavori in viale Redi: aiuola centrale più larga, pini tagliati e sostituiti da altri alberi

In agosto via ai cantieri per la riqualificazione

Pronti a partire i lavori di riqualificazione annunciati da Palazzo Vecchio su viale Redi. Previsti un’aiuola centrale più ampia, il raddoppio delle alberature (i pini presenti saranno tagliati e sostituiti da alberi ginkgo biloba) e la riqualificazione della strada sia dal punto di vista della pavimentazione che dallo smaltimento delle acque meteoriche. Lo prevede il progetto definitivo approvato dalla giunta comunale nell’ultima seduta del 2021 su proposta degli assessori all’Ambiente Cecilia Del Re e alla Mobilità Stefano Giorgetti.

I lavori, in partenza nella seconda metà di agosto, sono stati illustrati oggi in sede di commissione Ambiente e Mobilità di Palazzo Vecchio dai tecnici competenti, e saranno effettuati per fasi successive nel tratto di viale tra il Ponte San Donato e via San Jacopino. L’avvio dei lavori sarà preceduto a metà luglio da un’assemblea pubblica per illustrare gli interventi e il cronoprogramma dei lavori.

Per quanto riguarda gli interventi sulla pavimentazione, saranno eseguite opere di risanamento della carreggiata calibrate sulla base delle differenti situazioni esistenti e di ripristino dell’impianto di smaltimento delle acque meteoriche con il rifacimento delle tubazioni di scarico e delle caditoie.  

L’aiuola centrale sarà oggetto di lavori di ampliamento e di completamento nei tratti oggi chiusi dal new jersey. Previsto, spiega Palazzo Vecchio in una nota "anche il rinnovo integrale delle alberature con la sostituzione degli alberi esistenti nell’aiuola centrale (pini in classe c, che presentano un precario stato di conservazione e non adatti per la collocazione al centro di una strada intensamente trafficata anche per l’incompatibilità tra l’apparato radicale superficiale e la pavimentazione stradale) e la rimozione delle ceppe. Il progetto prevede la piantumazione di oltre il doppio delle piante oggi presenti; saranno messi a dimora 106 piante di ginkgo biloba a pronto effetto e arbusti e cespugli che arricchiranno l’aiuola centrale oltre ad aumentare la funzione di abbattimento di emissioni climalteranti". Il tutto per un investimento di 930mila euro.

Le lavorazioni si articoleranno secondo fasi successive nel corso delle quali a completamento della realizzazione dell'aiuola per ogni tratto si procederà con la piantumazione dei nuovi alberi.

La prima fase, il cui avvio è previsto nella seconda metà di agosto, riguarderà il tratto compreso tra via San Iacopino e via Targioni Tozzetti. L'intervento si concluderà nella prima metà di ottobre coerentemente con la possibilità di piantare le nuove essenze. A seguire la fase 2 (tratto compreso tra via Targioni Tozzetti fino a circa il numero civico 51 di viale Redi), la fase 3 (tratto compreso tra circa il numero civico 51 di viale Redi e via Bellini), la fase 4 (tratto compreso tra via Bellini e via Doni), la fase 5 (tratto compreso tra via Doni e via Mariti), la fase 6 (tratto compreso tra via Mariti e incrocio via Maragliano-via di Novoli). Per quanto riguarda la viabilità, inoltre, sono in via di definizione alcuni interventi anche nel primo tratto di viale Redi, quello da viale Belfiore.

“Con questo intervento riqualifichiamo in modo significativo viale Redi, una direttrice fondamentale del traffico cittadino. Si tratta di lavori che daranno soluzione ad alcune criticità molto segnalate dai cittadini sia a livello di pavimentazione e quindi di sicurezza stradale che di smaltimento delle acque meteoriche", sottolinea l’assessore Giorgetti. “Alla sicurezza stradale, aggiungiamo anche un rinnovo e potenziamento del verde presente nell’aiuola centrale per aumentare la capacità di alberi e arbusti nell’abbattimento delle emissioni inquinanti in uno dei viali più trafficati della città e per sostituire alberature in classe C (i pini, ndr) non adatte al contesto urbano anche per gli apparati radicali che creano problemi al manto e alla sicurezza stradale. Gli alberi a dimora verranno raddoppiati, così come gli arbusti a terra. I ginkgo biloba renderanno nel tempo questo viale tutto giallo d’autunno, con un impatto cromatico che lo renderà particolare anche dal punto di vista paesaggistico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori in viale Redi: aiuola centrale più larga, pini tagliati e sostituiti da altri alberi

FirenzeToday è in caricamento