Domenica, 14 Luglio 2024

Mobilitazione dei lavoratori dell’rsa Le Civette. Cub: “Manca un’organizzazione del lavoro” / VIDEO

Paola Sabatini: “Ci sono accavallamenti di competenze e criticità continue nella turnazione”

Le lavoratrici e i lavoratori della residenza per anziani Le Civette stamattina hanno aderito a uno sciopero per chiedere maggiori garanzie per gli utenti e per chi lavora in questo centro, che dal primo febbraio è stato dato in appalto alla Proges.

Paola Sabatini, Cub Sanità Firenze: “Nel 2011 l’Asl voleva chiudere questa struttura, privatizzare completamente. Noi facemmo una grossa lotta perché rimanesse aperta. Via via negli anni è stata data in appalto. Finora si sono succeduti almeno tre appalti. Quest’ultimo è stato aggiudicato il primo febbraio e lo ha vinto la cooperativa Proges, che è anche coinvolta nella tragedia avvenuta a Milano. Vogliamo sottolineare il meccanismo di questi appalti. Quest’ultimo è stato fatto a quota capitaria a minutaggio, che calcola il numero dei minuti di assistenza sugli ospiti e le ore dei lavoratori come se fosse una catena di montaggio. Quello che la cooperativa non sta rispettando è l’organizzazione del lavoro. Speravamo si fosse organizzata per garantire una continuità assistenziale e lavorativa. Invece dopo cinque mesi dal primo febbraio, intanto la direttrice è stata trovata solo da un mese. Non ci sono piani di lavoro né di emergenza. La turnazione ha grosse problematiche, anche la manutenzione ha criticità. Ci sono accavallamenti di competenze”.

Marcello, ospite dell’rsa: “Da quando si sono presentati il primo febbraio, hanno iniziato subito male. Ci trattano come numeri, non persone. Non mi va bene. Mancavano i tovaglioli e li abbiamo ottenuti dopo un mese perché abbiamo litigato. Avevamo la psicologa e non c’è più. Io sono qui da nove anni e non sono mai stato male come ora”.

Beatrice Stanzani della segreteria regionale Uil Fpl: “I lavoratori chiedono di poter dare una garanzia all’assistenza, la prevenzione sul luogo di lavoro, la sicurezza. Abbiamo fatto lo stato di agitazione molto prima di quello che è successo a Milano. Oggi diamo la solidarietà alle vittime, ai lavoratori di Milano, al di là di quelle che sono state le cause”.

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento