rotate-mobile
Cronaca Lastra a Signa

Lastra a Signa: chi spreca l'acqua rischia lo stop dell'erogazione

Ordinanza contro il caldo torrido: multe fino a 154 euro per chi lava l'auto o innaffia le piante e sospensione dell'erogazione dell'acqua

Al fine di prevenire situazioni di emergenza idrica, a seguito del caldo sempre più torrido di questi giorni e del possibile ulteriore aumento delle temperature previsto nelle prossime settimane, il comune di Lastra a Signa ha emesso un'ordinanza per la limitazione dell'utilizzo dell'acqua potabile (cioè anche quella che esce dai rubinetti di tutte le case).

L'ordinanza è stata approvata nei giorni scorsi ed è già in vigore a partire da martedì scorso, 5 luglio. "Il consumo dell’acqua potabile dell'acquedotto pubblico deve essere ridotto all'essenziale, limitato all'uso per scopi alimentari ed igienici", premette l'ordinanza.

Forti limitazione anche per l'innaffiamento delle piante, che deve limitarsi ad essere "di soccorso, delle sole piante di recente impianto unicamente dalle ore 23 alle ore 5 nella misura minima indispensabile, al fine di consentirne la sopravvivenza, evitando ogni abuso".

Non potrà essere usata acqua potabile, infine, per lavare l'auto o riempire piscine. Per i trasgressori, sono previste multe fino a 154 euro. Prevista anche la sospensione della fornitura dell'acqua.

"L'utilizzo dell'acqua potabile dell’acquedotto pubblico - specifica l'ordinanza -, per lavaggio autoveicoli, riempimento piscine o per effettuare l’innaffiamento in difetto di quanto sopra indicato, o comunque per qualsiasi uso diverso e non attinente agli usi alimentare ed igienici, è passibile di sanzione amministrativa da un minimo di 25,82 ad un massimo di 154,94 euro, oltre alla sospensione dell’erogazione fino a nuova concessione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lastra a Signa: chi spreca l'acqua rischia lo stop dell'erogazione

FirenzeToday è in caricamento