rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Larissa, la campionessa "emigra" da Firenze. "Non ci sono impianti adeguati"

La pista interna del Ridolfi è da rinnovare. In inverno Iapichino se ne andrà per prevenire infortuni

A malincuore. Per lei, che a Firenze è nata e cresciuta (non solo sportivamente). Per la città, che a causa della mancanza di impianti, vedrà "emigrare" la giovane campionessa di salto in lungo. Larissa Iapichino sarà costretta ad andare via da Firenze per potersi allenare.

La notizia, lanciata dal Corriere Fiorentino, ha scosso l'ambiente sportivo della città. Dove sarà destinata la campionessa figlia di campioni, Fiona May e Gianni Iapichino, ancora non si sa. Ma a confermare la necessità di cambiare è stato il suo stesso staff.

Sostanzialmente il problema è uno: arriva l'inverno e a Firenze non ci sono impianti indoor adeguati. I muscoli degli atleti hanno bisogno di temperature miti: non è un caso che le gare di atletica all'aperto si svolgano solo d'estate, mentre d'inverno si gareggia solo al coperto (con prestazioni mediamente inferiori).

A Firenze l'impianto c'è, ed è lo stadio di atletica Luigi Ridolfi, che ha ospitato anche competizioni internazionali importanti, ma all'aperto. La struttura fu inaugurata nel 2001 (anche) per consentire alla madre di Larissa, Fiona May, di allenarsi. Oggi la pista interna non è più adeguata alle esigenze moderne e visti i recenti infortuni della giovane campionessa non si può rischiare.

Per trattenere (o riportare) Larissa a Firenze occorrerebbe rifare la pista in tartan con materiali moderni. Ma, a quanto pare, mancano i fondi. Con il Corriere Fiorentino si è espresso anche l'assessore allo sport del Comune di Firenze, Cosimo Guccione, che ha confermato la volontà di intervenire. Ma "è un progetto da 200 mila euro".

La pista del Ridolfi "per lo sport di base è già più che funzionale, abbiamo l'obbligo di pensare prima di tutto ai nostri 10 mila bambini che praticano sport", ha sottolineato.

E poi ci sono gli Assi, il Filarete e Sorgane, l'ultimo dove sarà effettuato un intervento. Fatto sta che per adesso la campionessa se ne va. E nessuno sa dire se potrà tornare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Larissa, la campionessa "emigra" da Firenze. "Non ci sono impianti adeguati"

FirenzeToday è in caricamento