Cronaca Bagno a Ripoli

Il lago di Castel Ruggero è privato e non balneabile 

I vandali rimuovono i cartelli posti dalla proprietà per garantire la sicurezza

Il lago di Castel Ruggero, nel comune di Bagno a Ripoli, è un invaso artificiale realizzato a scopi irrigui nel 1956 dalle Fattorie di Castel Ruggero e di Lizzano e tuttora privato. E' una risorsa importante per il territorio, anche ambientalmente, in grado di offrire alla fauna un'importante risorsa d'acqua durante i mesi estivi.

Le strade di accesso al lago sono tutte strade private, chiuse da sbarre e catene, che servono esclusivamente per la manutenzione dell'invaso. Sia le strade che i terreni limitrofi, lungo la via di Castel Ruggero, riportano i cartelli di divieto di accesso.

Il lago non è balneabile, non dispone delle strutture per garantire la sicurezza di chi fa il bagno, perché non è un lago fatto per la balneazione. Lungo le sponde del lago, le proprietà ogni anno ricollocano cartelli che vandali rimuovono, per evitare che persone mettano a rischio la loro vita usando il bel lago di Castel Ruggero impropriamente, facendoci il bagno o passeggiando lungo le rive, rischiando di scivolare.

E' importante che i cittadini siano prudenti, rispettino la cartellonistica e si godano il lago di Castel Ruggero esclusivamente camminando lungo la via di Castel Ruggero, senza avvicinarsi all'invaso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lago di Castel Ruggero è privato e non balneabile 

FirenzeToday è in caricamento