rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca Statuto

Jorit: foto con Putin per l'artista che ha 'disegnato' anche Firenze

Fratelli d'Italia attacca: "È ancora un idolo per Nardella?" Il sindaco: "Non condivido e sono deluso, ma non togliamo le opere"

Non ha bisogno di presentazioni, Jorit, all'anagrafe Ciro Cerullo. Oltre 220 mila follower su Facebook, oltre 270mila su Instagram. Artista napoletano noto in Italia e nel mondo per i suoi murales, a Firenze ha disegnato due grandi murale: di Nelson Mandela alle case popolari vicino piazza Leopoldo e di Antonio Gramsci all'Isolotto. Nelle ultime ore rimbalza la sua foto abbracciato a Putin, al Festival della Gioventù in corso a Sochi.

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

"Voglio mostrare all'Italia che sei un essere umano come tutti e contrastare la propaganda occidentale", ha detto l'artista rivolto allo 'zar'.

Jorit è celebre (e anche contestato) anche per gli enormi murales nella città occupata dall'esercito russo di Mariupol. A Mosca ha dedicato un maxi-murale a Julian Assange e Putin gli aveva già fatto i complimenti per quello per Dostojewski realizzato a Napoli. Adesso ha ritratto Ornella Muti a Sochi. A chi lo accusa di essere filo-russo ha risposto di essere "un artista libero", che ha il dovere di "far vedere l’altro lato della medaglia e creare dibattito".

Ovviamente, è scoppiata una bufera politica, che ha raggiunto anche a Firenze, che appunto ospita due grandi opere di Jorit.

“Per il sindaco Nardella è ancora un idolo Jorit, lo street artist che ha detto di voler contrastare la propaganda occidentale su Vladimir Putin? Qui a Firenze conosciamo bene le simpatie filocomuniste dell’artista visto che nel 2020 è stato pagato dal Comune per realizzare un murales di Antonio Gramsci sulle case popolari di Via Canova. Quando, due anni prima, aveva dipinto sempre a Firenze un murales dedicato a Nelson Mandela, l’allora assessore Funaro, oggi candidata sindaco della sinistra, disse che Jorit lanciava ‘un bel messaggio artistico, ma anche sociale, per l’integrazione e l’uguaglianza’. Alla luce delle ultime esternazioni, Jorit è ancora un idolo per Nardella e Funaro? È ancora un uomo impegnato nel lanciare bei messaggi universali?”, attacca il capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio regionale toscano, Francesco Torselli.

Questa mattina, la replica del sindaco. "Ho conosciuto Jorit e sono sinceramente deluso per la foto abbracciato a Putin. Mi spiace molto e non condivido. Ma questo non significa che io, ora, debba togliere le opere realizzate a Firenze. Quello scatto non è certo nostra responsabilità, sono scelte e decisioni sue", dice Dario Nardella, per poi aggiungere: "A chi mi attacca rispondo che non faccio il censore delle opere d'arte: apprezzo molto, mi piacciono i suoi murales su Gramsci e Mandela. Sono opere d'arte che si integrano benissimo con il contesto urbano della città". Nella foto di copertina, il murales per Luana D'Orazio, a Roma (dal profilo Facebook di Jorit).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jorit: foto con Putin per l'artista che ha 'disegnato' anche Firenze

FirenzeToday è in caricamento