Ius soli, in piazza per il sì alla legge: “Basta giocare sui diritti” / FOTO

In piazza Santa Maria Novella l'iniziativa di Cgil e studenti: “Una questione di civiltà dare la la cittadinanza a chi nasce e cresce in Italia”

“Approvate la legge sullo Ius soli, non giocate con i diritti delle persone”. A chiederlo sono la Cgil e la Rete degli Studenti, al flash mob organizzato in piazza Santa Maria Novella questa mattina, nel giorno del 'Cittadinanza day' lanciato dal movimento 'Italiani senza cittadinanza'.

“Vivo in Italia da 15 anni, da quando avevo 10 anni. Sono cresciuto qui, ho studiato qui. Sono laureato in infermieristica e frequento un master. Questo è il mio Paese ma non posso votare, perché? E' una grande ingiustizia”, dice Hamilton, 25 anni, di origini albanesi.

Il disegno di legge sul cosiddetto 'Ius soli temperato', che prevede la cittadinanza italiana per i minori figli di stranieri nati e cresciuti in Italia (e non per gli immigrati che arrivano da adulti nel nostro Paese), è stato approvato alla Camera due anni fa ma è fermo al Senato e rischia di saltare con l'avvicinarsi del termine della legislatura.

Sono quasi 1 milione i ragazzi e le ragazze, al momento privi di cittadinanza, magari nati e cresciuti qui senza neppure aver mai visto il Paese d'origine, che aspettano la legge e la cittadinanza. “C'è chi lavora e paga le tasse da anni ma non può votare, mentre tanti evasori fiscali, che non contribuiscono al benessere collettivo, possono farlo”, commenta amaramente Hamilton.

“Basta giocare con i diritti delle persone. La cittadinanza è un diritto primario e una questione di civiltà. I diritti vengono prima di ogni altra cosa, il Senato approvi la legge”, chiede Dalida Angelini, segretaria regionale della Cgil, impegnata nella campagna a favore dello Ius soli.

Manifestazioni simili si sono svolte in molte altre città d'Italia, a partire dal presidio di fronte alla Camera a Roma, e della Toscana: a Prato, Massa Carrara, Pisa, Livorno e all'isola d'Elba. A sostegno della legge è in corso uno sciopero della fame a staffetta lanciato dal senatore del Pd Luigi Manconi, al quale hanno aderito, tra gli altri, anche i Giovani democratici fiorentini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Fallita l'azienda fiorentina CHL. Anticipò Amazon e fu pioniera dell'e-commerce

Torna su
FirenzeToday è in caricamento