menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ippica: il "cannibale" nell'Olimpo del trotto, vittoria numero diecimila per Bellei

Vittoria in sulky a Isabella Ferm nella 6ª corsa in programma ieri a Roma. Ed è record per il driver fiorentino, con 36 anni di carriera e 280 corse vinte l'anno. Giovanni Galli (Lega): "Consiglio Regionale lo premi"

Grande risultato ieri pomeriggio all’ippodromo Capannelle: con la vittoria in sulky a Isabella Ferm nella 6ª corsa in programma a Roma, Enrico Bellei il “cannibale” è entrato nella storia del trotto, vincendo la corsa numero 10.000 in carriera. Un traguardo sensazionale che introduce il driver fiorentino nell’Olimpo dei grandi. 

È stata una vittoria col brivido, arrivata dopo un’analisi attenta del giudice d’arrivo che alla fine ha decretato Isabella Ferm vincitrice del Premio Mr Almo.

"Adesso inizio a rendermi conto che 10.000 vittorie sono veramente tante - dichiara a caldo un esausto ma felicissimo Enrico Bellei -. Diecimila vittorie che racchiudono i sacrifici di tanti anni, la passione, il lavoro, il sudore, i tanti chilometri fatti in macchina, ma anche il piacere di avere condiviso questo meraviglioso percorso con persone che mi hanno sopportato e supportato, che mi hanno dato consigli e che mi hanno dato la possibilità di raggiungere questo straordinario traguardo".

"Calcolando 36 anni di carriera, sono 280 corse vinte ogni anno, mi rendo conto che si tratta di una media quasi assurda - aggiunge Bellei -. E adesso sono proprio contento, per me e per tutti quelli che mi sono stati accanto. Grazie a tutti voi". 

Il palmares del 'cannibale'

Tanti i successi prestigiosi nella sua bacheca: 23 scudetti vinti (19 consecutivi) e una miriade di premi conquistati lungo l’arco di una carriera eccezionale iniziata nel 1982, tra cui il Gran Premio Lotteria ad Agnano nel 2004 e il Derby Italiano di Trotto per ben quattro edizioni (1997, 2004, 2005, 2015).  Nel 2010 a Torino e nel 2012 ad Amburgo si è laureato Campione Europeo dei Guidatori. Vanta anche un secondo posto al Mondiale per Guidatori.

Giovanni Galli: "Doveroso l'omaggio da parte della Regione"

“Penso che sia doveroso omaggiare da parte della Regione il mitico driver fiorentino Enrico Bellei che, all’ippodromo di Roma, ha centrato la vittoria numero diecimila della sua prestigiosa e lunga carriera sportiva. Un traguardo di assoluto valore, considerato che è il primo italiano a raggiungere questa significativa mole di successi” afferma Giovanni Galli, consigliere regionale della Lega.

“Bellei - precisa l’esponente leghista - ha vinto più volte il 'Frustino d’Oro' che premia il driver maggiormente vittorioso nel corso dell’anno, senza tralasciare le strepitose affermazioni in ben 300 Gran Premi. Insomma, un vero e proprio vanto per la città di Firenze e per l’intera Toscana".

"Conto, dunque, assieme al collega Marco Casucci, vicepresidente del Consiglio, di poter incontrare a breve il nostro apprezzato corregionale per consegnargli un più che meritato attestato di stima da parte del Consiglio regionale” conclude Galli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento