Cronaca Via Gubbio

Isolotto: pluripregiudicato fermato dopo inseguimento in auto

All'interno dell'auto trovati arnesi da scasso

Un uomo di 39 anni è stato fermato ieri sera intorno alle 20 da due pattuglie dei carabinieri, dopo un breve inseguimento in auto tra le strade dell'Isolotto.

Tutto era iniziato nei pressi di via del Poderaccio, dove i militari erano impiegati nel controllo di un casolare abbandonato, indicato come ritrovo di spacciatori e tossicodipendenti.

In questa circostanza alcune persone sono riuscite a darsi alla fuga a piedi, lasciando all’interno del rudere circa 23 grammi di cocaina, già suddivisi in dosi, nonché un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Nel frattempo, i carabinieri hanno notato sopraggiungere un’automobile, con a bordo due uomini, che alla vista dei veicoli di servizio hanno repentinamente cambiato direzione, per allontanarsi a velocità sostenuta.

Ne è seguito un breve inseguimento per le vie dell’Isolotto, seppur a velocità sostenuta. Poi i malviventi hanno abbandonato il mezzo in via Gubbio e si sono dati alla fuga a piedi.

L'uomo alla guida è riuscito a far perdere la tracce mentre quello seduto sul lato passeggero, il 39enne appunto, un italiano risultato pluripregiudicato, è stato bloccato dai carabinieri dopo una corsa di circa cinquecento metri.

All’interno dell’auto, risultata rubata lo scorso 22 ottobre in via Baccio da Montelupo e successivamente restituita al legittimo proprietario, sono stati trovati guanti e arnesi da scasso.

Per questo motivo il 39enne è stato denunciato per il possesso ingiustificato di tali strumenti, mentre sono in corso accertamenti per identificare l’autista, resosi responsabile anche della ricettazione del veicolo e di resistenza a pubblico ufficiale, per la condotta di guida pericolosa per sottrarsi al controllo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isolotto: pluripregiudicato fermato dopo inseguimento in auto

FirenzeToday è in caricamento