Scuola, insegnanti in piazza: “Basta precari, lo Stato ci assuma” / FOTO

Presidio alla prefettura di Firenze del sindacato 'Noi Scuola' e del gruppo di docenti precari 'Tre anni per il ruolo'

'Tre anni per il ruolo'. In realtà agli insegnanti precari ne servono molti di più per essere 'assunti' a tempo indeterminato e diventare di ruolo.

La sigla è invece il nome del gruppo di docenti precari che era in presidio oggi pomeriggio alla prefettura di via Cavour assieme al sindacato Noi Scuola per chiedere al governo la stabilizzazione di migliaia di precari. E tra le richieste c'è appunto anche quella che i docenti con servizio almeno triennale siano stabilizzati subito.

“Con decreto ministeriale a dicembre è stato bandito un concorso (che dovrebbe tenersi entro fine anno, ndr) per stabilizzare in ruolo 24mila insegnanti, dall'infanzia alle superiori. Ma è un numero del tutto insufficiente, sono molti di più i posti a tutt'oggi coperti ogni anno dai precari in tutta Italia”, spiega Valerio Cai, sindacalista di Noi Scuola.

“Con i precari, assunti da settembre a giugno, lo Stato risparmia sulla pelle delle persone gli stipendi di luglio e agosto, oltre a non pagare loro ferie, Tfr e altri contributi previdenziali. Una situazione inaccettabile che va avanti da anni senza che venga sanata”, prosegue Cai.

Le sigle in presidio oggi, anche in altre città d'Italia, chiedono dunque “la stabilizzazione degli oltre 70mila docenti con servizio almeno triennale e di altri circa 100mila incaricati annuali, che a questi ultimi sia pagata fin da subito la retribuzione estiva, e la cancellazione della nuova legge che obbliga i neo immessi in ruolo a dover restare 5 anni nella stessa scuola senza la possibilità di chiedere un trasferimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coop: chiusi la domenica tutti i punti vendita fino a metà aprile

Torna su
FirenzeToday è in caricamento