rotate-mobile
Cronaca

Operatrice sanitaria rubava bancomat a defunti e pazienti in fin di vita

Denunciata dai carabinieri 

Derubava pazienti in fin di vita sui letti d’ospedale. Un'operatrice sociosanitaria dell'ospedale Santo Stefano di Prato avrebbe rubato bancomat ai malati per poi andare a fare shopping a loro insaputa. Spendeva cifre inferiori ai 25 euro, per non dover inserire il codice pin che naturalmente non conosceva. In un caso la sanitaria avrebbe addirittura sottratto il bancomat ad una paziente deceduta. L’infermiera di 55 anni, scoperta dai carabinieri, è stata denunciata per furto aggravato e frode informatica. 

Proprio dal furto a una defunta sono partite le indagini: un uomo si è presentato in caserma denunciando che tra gli effetti personali della figlia, restituitigli dopo la sua scomparsa, mancava una carta bancomat che però risultava essere stata utilizzata per pagamenti di spesa presso alcuni negozi di Prato in date e orari incompatibili con la situazione che era in atto, visto il ricovero e il decesso della donna. L'attività investigativa ha consentito di far luce sul caso, portando all'identificazione dell'operatrice ospedaliera, e anche di accreditarle anche altri eventi simili nei quali le vittime erano state altri pazienti ricoverati in gravi condizioni.

Alle indagini ha collaborato anche la direzione sanitaria dell'ospedale. "I primi a vergognarsi di quanto accaduto siamo stati noi, perché ovviamente i familiari ci affidano i loro cari in tutto e per tutto. Siamo molto dispiaciuti", ha dichiarato Sara Melani, direttrice dell'ospedale di Prato. Ora si sta cercando di capire se l’operatrice sanitaria abbia commesso gli stessi crimini anche quando lavorava presso l'ospedale di Siena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operatrice sanitaria rubava bancomat a defunti e pazienti in fin di vita

FirenzeToday è in caricamento