Incidenti mortali a Firenze: aumentati del 54% in un anno

Tra le principale cause c'è l'eccesso di velocità e la guida in stato di ebbrezza

Sono emersi dati allarmanti sul numero di incidenti stradali avvenuti tra Firenze e provincia. Ieri mattina è stato presentato un report al tavolo di confronto convocato dal prefetto Laura Lega a Palazzo Medici Riccardi, e i numeri parlano chiaro: nel primo semestre del 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, gli incidenti mortali sono aumentati del 54,2% (passati da 24 a 37), con un aumento anche delle persone decedute (+48%): 37 vittime a fronte delle 25 dei primi sei mesi del 2017.  Sono diminuiti, invece, gli incidenti stradali con feriti , scesi da 2.496 a 2.367, un calo pari a -5,2%, e il numero delle persone infortunate (-3,4%).

Al tavolo di confronto hanno partecipato forze dell’ordine, vigili del fuoco, sindaci e amministratori locali, polizia metropolitana, polizie municipali, Anas, motorizzazione civile, Ausl Toscana Centro e l' Azienda Ospedaliera Careggi. Intervenuto anche il presidente di Aci Firenze, Massimo Ruffilli. Obiettivo dell’incontro: un focus approfondito tra soggetti istituzionali, forze di polizia, enti proprietari ed enti gestori della rete viaria per individuare le cause e gli interventi da adottare.

Occasione in cui  è stato fatto il punto sugli autovelox presenti sul territorio, per i quali la Prefettura sta già conducendo una ricognizione. Un altro monitoraggio verrà effettuato dai comuni e dalle polizie municipali per verificare che ogni dispositivo sia conforme alle direttive ministeriali, e che continui a rispondere alle esigenze che ne hanno determinato la collocazione stradale. Insieme agli aspetti della viabilità, sono stati analizzati anche i fattori comportamentali scorretti che sono tra le prime cause di incidente. Tra le condotte più pericolose, si annoverano l’eccesso di velocità, la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, il mancato utilizzo delle cinture e del casco, l’uso del cellulare da parte del conducente, la distrazione di pedoni e ciclisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento