Lungarno del Tempio: albero crolla su pullman turistico / FOTO

Turisti finiscono in ospedale 

Nel pomeriggio tragedia sfiorata in Lungarno del Tempio dove un tiglio è crollato su un pullman che trasportava una comitiva di turisti asiatici. Oltre una decina di turisti sono stati portati in ospedale. Altri cinque sono rimasti feriti in modo più grave: quattro sono stati trasportati a Santa Maria Nuova, uno in codice rosso a Ponte a Niccheri.  I passeggeri feriti erano seduti nella parte posteriore del pullman che era fermo all'incrocio con via Piagentina.   

Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e polizia municipale. Sul luogo dell'incidente anche l'assessore comunale all'Ambiente Alessia Bettini. Inevitabile la chiusura della strada, con ripercussioni sulla viabilità per le manovre di soccorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per fortuna siamo a commentare un incidente che poteva assumere dimensioni ben più gravi - dichiara Francesco Mati, presidente sezione prodotto florovivaistico di Confagricoltura Toscana -. Questo però non ci esime dal dover constatare ancora una volta che stiamo diventando spettatori inermi di un disastro annunciato.”  


“Il problema degli alberi che continuano a cadere dopo ondate di maltempo è un segnale di un cambiamento necessario che dobbiamo attuare in termini di politiche pubbliche. Da troppo tempo – spiega Mati - stiamo vivendo di rendita per impianti al verde fatti fra la fine dell'Ottocento e la prima metà del secolo scorso. Purtroppo molte alberature stradali hanno raggiunto dimensioni notevoli e sono spesso sofferenti per incuria o per una progettazione non troppo corretta nel momento in cui sono stati impiantate, spesso troppo ravvicinate fra di loro e che obbligano ad investire molto denaro in potature che a loro volta indeboliscono pianta e limitano arco di vita e efficenza dal punto di vista della qualità dell'aria.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento