Domenica, 14 Luglio 2024
Incidenti stradali

Cinque morti in un giorno: "Ieri c'ero io, la vita è un battito di ciglia, voletevi bene"

Tantissimi i messaggi sui social per le tragedie di Rosignano e Scansano, tra le vittime anche Mattia, il giovane fiorentino che voleva passare una giornata al mare con la fidanzata

Una vera strage, quella che si consuma ogni giorno sulle strade italiane. Ieri è toccato alla Toscana, con cinque vittime in un giorno. L'incidente più sconvolgente è quello successo al casello di Rosignano, sulla A12, dove hanno perso la vita tre persone: due cittadini tedeschi in vacanza in Italia (cause ancora da accertare, forse un malore la causa, non ci sono segni di frenata sull'asfalto secondo quanto detto dalla polizia stradale), la cui auto si è schiantata contro altre ferme in attesa di pagare il pedaggio; la terza vittima è stato il giovane Marco Acciai, poco più che 20enne, residente in Valdisieve, che era partito in mattinata da Pontassieve con la ragazza per una gita al mare. In quelle zone del mare, lungo la costa che da Livorno scende fino a Grosseto passando per tantissime località di mare, sono moltissimi i fiorentini che vi si recano, anche in giornata. La giovane è rimasta lievemente ferita, non saranno ora certo le ferite fisiche quelle che faranno più male. Ferite lievemente anche altre cinque persone, tra cui due bambini, due fratellini di tre e sei anni, tutti in maniera lieve.

Nella stessa giornata, in Toscana, c'erano stati altri due morti. In mattinata infatti c'era stato un incidente gravissimo sulla strada provinciale 159 Scansanese, nel tratto tra Pancole e Preselle, nel comune di Scansano: due moto si erano scontrate frontalmente, con entrambi i centauri - di 19 e 35 anni - morti.

 Dopo le tragedie di ieri sono stati tantissimi i commenti sui social, sia di singoli cittadini che di figure istituzionali. "Un pensiero per quello che è successo a Rosignano Marittima a queste famiglie. Ieri c’eravamo noi lì, un pelo prima. La vita è un battito di ciglia delle volte, voletevi bene", scrive Gianni da Bologna.

"A nome di tutta l’Assemblea regionale ci stringiamo alle famiglie delle vittime esprimendo il nostro più profondo cordoglio e la vicinanza a quelle delle persone rimaste ferite. Ringraziamo vigili del fuoco, polizia, sanitari del 118, operatori degli ospedali, soccorritori delle ambulanze che hanno recuperato e assistito i feriti e l’elisoccorso Pegaso", le parole di Antonio Mazzeo, presidente del consiglio regionale. "Una tragedia in una domenica di festa per il nostro territorio, e per tutte e tutti loro esprimo il mio più sentito pensiero di cordoglio", dice il consigliere regionale Iacopo Melio (Pd). Altre cinque vittime che aggiornano statistiche terribili: mediamente ogni anno in Italia sono oltre mille i morti in incidenti stradali, più del triplo, per avere un'idea delle proporzioni, di quelli morti per omicidio.

Le terribili immagini di Rosignano: chi sono le vittime

Il frontale costato la vita ad un giovanissimo fiorentino

post incidente rosignano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque morti in un giorno: "Ieri c'ero io, la vita è un battito di ciglia, voletevi bene"
FirenzeToday è in caricamento