Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

Il video è diventato virale

Venerdì pomeriggio imprevisto lungo Via Canova. Quando è scattato il semaforo verde, a un mezzo che trasporta i defunti dell'Humanitas si è aperto il portellone e la bara che trasportava è scivolata lungo i rulli cadendo poi sull'asfalto.

Immediata la corsa dei lavoratori per recuperare la cassa in legno sotto gli occhi dei guidatori. Il video dell'incidente, registrato da alcuni automobilisti, è subito diventato virale nelle chat dei social. 

Mario Pacinotti, presidente della Fondazione Pas, di cui fa parte l'Humanitas di Scandicci, scrive su Facebook: "Purtroppo è accaduto ai nostri operatori. Persone distrutte da un errore e da un guasto che dovremo chiarire. Anni di lavoro e professionalità che rischiano di essere distrutti nel gioco di chi ha pubblicato un video con tanto di emoticon e risate senza preoccuparsi del dolore degli altri. Abbiamo fatto i nostri passi e le nostre scuse soprattutto a chi è stato colpito da un dolore in più nel momento dolore. Ma le risate e le battute no. Sono fuori luogo, completamente fuori luogo per il rispetto di tutti".

Sull'episodio è intervenuto anche il sindaco Sandro Fallani con un lungo post su Facebook in difesa dell'operato dell'Humanitas del comune delle Torri: "L'Humanitas da 122 accompagna e sostiene la nostra città prima ancora che si chiamasse Scandicci. Nasce sui valori del mutualismo e del sostegno alla fragilità, da una base laica e cooperativistica che ha visto impegnati a titolo volontario generazioni e generazioni di nostri concittadini che attraverso il servizio agli altri, ha fatto crescere in città coesione sociale e servizi alla persona. Oggi è enormemente cresciuta ed è una delle realta sociali più importanti della nostra Regione con i suoi servizi e il suo patrimonio sociale. Le onoranze funebri sono uno di questi, un servizio importante per la comunità, svolto da persone che con delicatezza e professionalità hanno l'ingrato e necessario compito di entrare nel dolore privato e intimo delle famiglie. Per questo e per molto altro ancora, non accetto sorrisi e dileggi per lo spiacevolissimo incidente di ieri che frustra prima di tutti i lavoratori, ma invito tutti a esprimersi e a far sentire il sostegno per il grande lavoro, silenzioso e quotidiano svolto dalla nostra principale associazione di volontariato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento