rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Sicurezza sul lavoro / L'Arcovada / Via Giovan Filippo Mariti

Dopo l'incidente al cantiere Esselunga: "Da ottobre la patente a punti per la sicurezza"

È l'ipotesi prevista dalla bozza del disegno di legge del Pnrr. Nardella: "Non vediamo quella svolta che ci aspettavamo"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Da ottobre potrebbe entrare in vigore l'obbligo di possedere la patente a punti per le imprese e per i lavoratori autonomi che operano nei cantieri temporanei o mobili. È l'ipotesi contenuta nell'ultima bozza del Dl Pnrr che potrebbe arrivare oggi pomeriggio sul tavolo del consiglio dei ministri.

Come funziona

La disposizione avrebbe lo scopo di "rafforzare l'attività di contrasto al lavoro sommerso e di vigilanza in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro" come si legge nella bozza. La patente, dotata di un punteggio iniziale di trenta crediti, "è rilasciata, in formato digitale, dalla competente sede territoriale dell'Ispettorato nazionale del lavoro subordinatamente al possesso" di diversi requisiti da parte del responsabile legale dell'impresa o del lavoratore autonomo richiedente.

Nella bozza si legge anche che la patente "subisce le decurtazioni correlate alle risultanze degli accertamenti e dei conseguenti provvedimenti definitivi emanati nei confronti dei datori di lavoro, dirigenti e preposti dell'impresa o del lavoratore autonomo" e che "gli atti ed i provvedimenti emanati in relazione al medesimo accertamento ispettivo non possono nel complesso comportare una decurtazione superiore a 20 crediti".

La decurtazione di 20 crediti avverrebbe in caso di incidente mortale. Quindici punti invece in caso di incidente causa di inabilità permanente, assoluta o parziale, e 10 crediti in meno in caso di inabilità temporanea dal lavoro per più di 40 giorni. 

Nel provvedimento si legge che nei casi di infortuni da cui derivi la morte o un'inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, "la competente sede territoriale dell'Ispettorato nazionale del lavoro può sospendere, in via cautelativa, la patente fino a un massimo di dodici mesi".

"Non quella svolta che ci aspettavamo"

Non soddisfatto dalle prime indiscrezioni, il sindaco di Firenze Dario Nardella. "A una prima analisi, stando a quelli che sono i resoconti, non mi pare che ci sia quella svolta che ci aspettavamo - sottolinea il primo cittadino - Su un tema così grave e urgente come le morti bianche sarebbe estremamente sbagliato e un'occasione persa se il governo procedesse unilateralmente, peraltro con incontri piuttosto fugaci come quello che mi pare sia avvenuto con le parti sociali. C'è ancora spazio per fare un lavoro fatto bene, nell'interesse dei lavoratori. Noi ci siamo e vogliamo essere coinvolti, perché solo così possiamo costruire qualcosa di buono".

E ribadisce: questa "è l'ultima spiaggia, l'ultima occasione - sentenzia Nardella - se il governo la perde credo che ci saranno reazioni fortissime e pesantissime dal paese e dal mondo del lavoro. E questo non possiamo permettercelo, perché le morti di via Mariti, e quelle di tutte le altre tragedie sul lavoro che ci sono state in questi mesi, sono il monito più forte che possiamo avere, rispetto al quale dobbiamo dare delle risposte". 

FOTO - Gravissimo incidente sul lavoro: morti e feriti

FOTO - Firenze in piazza dopo gli operai morti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'incidente al cantiere Esselunga: "Da ottobre la patente a punti per la sicurezza"

FirenzeToday è in caricamento