Incidente in via Ricasoli: vicequestore accusato di omessa assistenza

L'ex dirigente del commissariato di Sesto Fiorentino non si sarebbe fermato dopo un sinistro

Pesanti le accuse a carico del vicequestore Pietro Marino, ex dirigente del commissariato di Sesto Fiorentino, indagato per essere il presunto responsabile del sinistro avvenuto lo scorso aprile in via Perfetti Ricasoli, dove rimase seriamente ferita una cinquantenne. Sul dirigente, infatti, permangono le accuse di lesioni gravi e omessa assistenza per non essersi fermato a prestarle soccorso, proseguendo nella guida dopo aver provocato un incidente stradale, così come riportato dal quotidiano La Nazione.  

Il 24 novembre scadevano i termini per le indagini, ma il 20 il pm ha firmato il 415 bis: l’avviso di chiusura indagini a carico del vicequestore che, solitamente, prelude una richiesta di rinvio a giudizio dell’indagato. Nell’incidente la donna si ruppe una costale e riportò lesioni a un braccio a causa del violento impatto e scoppio dell’airbag, per una prognosi di 82 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento