Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Inchiesta per peculato in Gest, l'ad Laugaa: “Società sana”/ VIDEO

L’amministratore delegato ai giornalisti: “Sono molto triste per questa inchiesta”

Dopo le perquisizioni di ieri nella sede di Gest, Jean Luc Laugaa si dice fiducioso della magistratura italiana. L’amministratore delegato risulta indagato per peculato insieme al presidente di Ratp Dev Italia Francois Mazza, Spa che detiene il 51% del capitale sociale di Gest. 

Cosa viene contestato

Il Comune di Firenze è tenuto a garantire che gli introiti siano in linea con quelli del Piano economico finanziario (Pef). Una convenzione, redatta dal concessionario, Tram di Firenze, che determina il servizio e stabilisce anche delle apposite soglie. Sotto le quali è il Comune a doversi far carico di compensare gli introiti mancanti ma oltre le quali è Palazzo Vecchio a poter godere del surplus. Secondo gli inquirenti, sarebbero stati occultati redditi così da non pagare il Comune in qualità di concedente. 

La difesa dell'ad

Stamani l'ad di Gest, Jean Luc Laugaa, ha risposto alle domande dei giornalisti a margine della conferenza stampa sulla nuova gestione del trasporto pubblico locale di Autolinee Toscane, società di cui lo stesso Laugaa è amministratore delegato.  
“Ho molta fiducia nella magistratura italiana, sono convinto che riuscirà a fare chiarezza in questa vicenda. Ma sono anche molto triste perché Gest è una società prestigiosa: lo è per i nostri clienti che usano la tramvia, lo è anche per i nostri dipendenti perché a Gest troverete solo dipendenti per bene. Io stesso ci ho messo il cuore e la salute per 12 anni”.
  
“Questa vicenda si chiarirà. Siamo completamente disponibili a fornire tutti i documenti e le informazioni necessarie, a spiegare tutti i contratti e tutta la gestione dall’esercizio alla manutenzione della tramvia. Gest è una società che è partita da sola con tante difficoltà, e se siamo riusciti a farla funzionare, e a farla funzionare bene, è perché è sana, gestita con impegno, competenza e passione”.
 
Riguardo alle ipotesi di reato contestate a Gest e ai suoi vertici,  Laugaa ha aggiunto: “Voglio dire una cosa da ingegnere: ci vengono mosse accuse che proprio non capisco. Gest ha un unico introito legato ai chilometri percorsi. Sono risorse necessarie per far fronte alla gestione e alla manutenzione (dei 46 tram, della linea di alimentazione, dei binari) di tutta la tramvia per 35 anni. Come ingegnere, penso di conoscere i tram e i binari, e ho una visione precisa di come si fa la manutenzione. Ma non riesco a capire come una società come Gest possa fare un surplus di entrate nei bilanci”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Inchiesta per peculato in Gest, l'ad Laugaa: “Società sana”/ VIDEO

FirenzeToday è in caricamento