rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta sul calciomercato: perquisizioni anche in casa Fiorentina per la vendita di Chiesa

Nel mirino presunti reati fiscali del superprocuratore Ramadani

L'inchiesta milanese sul calciomercato tocca anche la Toscana. L'indagine arriva alla Fiorentina, che al momento non è indagata, ma è comunque stata contattata dalla guardia di finanza. Le fiamme gialle si sono infatti recate nelle sedi di vari club per acquisire le documentazioni sulle compravendite dei giocatori gestiti da Pietro Chiodi e Fali Ramadani.

Tra gli acquisti nel mirino Miralem Pjanic, dalla Juventus al Barcellona, e Federico Chiesa, dalla Fiorentina alla Juventus. Ramadani è anche procuratore del toscano Maurizio Sarri, ex empolese attualmente tecnico della Lazio.

Al centro ci sarebbe un presunto sistema attraverso il quale Ramadani, insieme a Chiodi, sarebbe riuscito a non versare alcuna imposta in Italia sulle mediazioni e sulle commissioni ottenute dalle compravendite dei calciatori da lui rappresentati. Un sistema che, secondo gli inquirenti, si baserebbe su società all'estero e su un meccanismo, dunque, di "esterovestizione societaria". Ramadani e Chiodi sono indagati per reati fiscali, riciclaggio e autoriciclaggio con al centro le commissioni in varie operazioni di compravendita di calciatori.

I finanzieri stanno eseguendo perquisizioni nei confronti di un agente sportivo italiano e delle sue società, nonché undici richieste di consegna di documenti, anche informatici, nei confronto di altrettanti club tra cui Juventus, Torino, Milan, Inter, Verona, Spa, Fiorentina, Cagliari, Roma, Napoli e Frosinone.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sul calciomercato: perquisizioni anche in casa Fiorentina per la vendita di Chiesa

FirenzeToday è in caricamento