rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Inceneritore, le mamme chiedono la cancellazione. Rossi: "Hanno ragione"

Il comitato davanti alla Regione dopo lo stop del Consiglio di Stato a Case Passerini

Una delegazione del comitato "Mamme no inceneritore" ha portato oggi una lettera in Consiglio regionale indirizzata all'assemblea toscana, al presidente della Toscana Enrico Rossi, all'assessore all'Ambiente Federica Fratoni per chiedere il varo in tempi celeri del nuovo piano di gestione dei rifiuti e l'eliminazione da ogni atto della programmazione dell'impianto di termovalorizzazione di Case Passerini a Sesto Fiorentino.

L'inceneritore fiorentino è stato bloccato da una sentenza del Consiglio di Stato nelle scorse settimane. Con la lettera, spiega Niccolò Villiger del comitato, "segnaliamo quelli che sono i 10 punti imprescindibili che ci devono essere in affinché il nuovo piano sui rifiuti sia serio e punti davvero sull'economia circolare".

Il piano, sostiene Villiger: "Era stato promesso un piano entro luglio, ma nella commissione del Consiglio regionale non si sa ancora nulla. Vogliamo sapere, ad esempio, perché si parla di un'emergenza rifiuti quando non risulta niente del genere, e perché si dichiara di voler arrivare a certi numeri, il 70% di differenziata, senza dare ai comuni gli strumenti necessari per farlo". 

E, a sorpresa, ad esprimersi in modo concorde con il comitato è lo stesso governatore Rossi: "Noi abbiamo detto la nostra a proposito di quell'inceneritore - ha detto Rossi -  siamo pronti, se il Consiglio regionale ci riconosce anche la potestà per poterlo fare, anche a partire dall'attuale piano dei rifiuti, a superare gli inceneritori, soprattutto a superare l'inceneritore collocato a Case Passerini". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, le mamme chiedono la cancellazione. Rossi: "Hanno ragione"

FirenzeToday è in caricamento