rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza della Signoria

Incendiò il telo nero che copriva il David in piazza Signoria: è tornato in libertà

Il pm aveva chiesto gli arresti domiciliari, il giudice ha optato per il divieto di dimora in città

E' già tornato in libertà Vaclav Pisvejc, il cittadino ceco - per alcuni un performer di razza, per altri un imbrattatore seriale - arrestato lo scorso 11 marzo in piazza della Signoria per aver incendiato il telo nero che copriva la copia del David di Michelangelo, messo in segno di solidarietà all'Ucraina dal sindaco di Firenze Dario Nardella.

Il giudice ha infatti convalidato il suo arresto e poi, in attesa del processo, ha disposto nei suoi confronti il ​​divieto di dimora nel territorio del comune di Firenze. Per l'uomo, inizialmente condotto in carcere a Sollicciano, il sostituto Ornella Galeotti aveva invece chiesto la misura cautelare degli arresti domiciliari, che però non è stata concessa dal giudice.

Incendia il telo nero che copriva il David: arrestato / VIDEO

 A seguito del gesto del cittadino ceco, la copia del David ha peraltro subito danni per almeno 15.000 euro, come stimato in un primo sopralluogo dai tecnici delle Belle Arti del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiò il telo nero che copriva il David in piazza Signoria: è tornato in libertà

FirenzeToday è in caricamento