rotate-mobile
Cronaca

Incendio di Ponte a Greve, una grande Coop 'temporanea' fino a quando non riaprirà il supermercato bruciato / LE IMMAGINI

Una superficie di 1.500 metri quadri nello spazio del parcheggio: "Ci saranno tutti i reparti, compresi gastronomia, forneria e carni"

Una Coop 'temporanea', fino a quando non riaprirà il supermercato di Ponte a Greve coinvolto nell'incendio dello scorso 3 giugno.

Sorgerà nel pargheggio del centro commerciale, sul 'lato Scandicci', dalla parte di via del Roncolino. Sarà ovviamente più piccolo del centro chiuso ma avrà una dimensione di tutto rispetto (1.500 metri quadri) e "comprenderà tutti i reparti di un tradizionale supermercato, compresi i banchi per gastronomia, forneria e carni", assicura la presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze Daniela Mori.

I lavori sono già in corso (vedi foto sotto). Il supermercato temporaneo sarà posto sotto una tensostruttura, in sostanza un maxi tendone, "nel rispetto di tutte le misure di sicurezza". L'apertura è prevista per la fine del mese di luglio.

Ci sarà anche una struttura più piccola che ospiterà i servizi al cliente, il punto informazioni e il 'click e collect' destinato a soci e clienti del bacino di utenza di Ponte a Greve e dove sarà possibile ritirare la spesa ordinata on line.

Quanto al centro commerciale coinvolto nell'incendio, la galleria interna al centro, "dopo una prima parziale verifica", potrebbe riaprire la stragrande maggioranza delle attività ivi insediate "sin dalla metà del prossimo settembre".

Tempi più lunghi invece per la Coop. Il sequestro dell'area da parte della magistratura è terminato poco più di una settimana fa, e le attività di bonifica "non termineranno prima di fine agosto". Al momento nessuno si sbilancia né sull'ammontare dei danni né sui tempi di una possibile riapertura, che ad ogni modo "saranno lunghi". Forse entro la fine dell'anno.

Unicoop compra un nuovo terreno

"Siamo stati sommersi di solidarietà, di nuovo grazie a tutti", prosegue Mori, che questa mattina ha illustrato presso il centro commerciale come sarà la nuova Coop temporanea, alla presenza dell'assessora comunale all'urbanistica Cecilia del Re, del presidente del Quartiere Mirko Dormentoni e del sindaco di Scandicci Sandro Fallani, di ritorno quest'ultimo da una  visita ai lavoratori della Gkn di Campi Bisenzio, licenziati in tronco dall'oggi al domani dalla dirigenza del fondo di investimento proprietario della storica fabbrica che produce componentistica per motori d'auto.

Proseguono infine sia lo sconto sulla spesa fatti in altri centri dai soci dell'area di Ponte a Greve che il servizio navetta verso la Coop di Lastra a Signa e l'orario prolungato delle altre Coop della zona. Nella Coop 'temporanea' lavoreranno una cinquantina dei circa 230 lavoratori impiegati a Ponte a Greve prima dell'incendio. Gli altri continueranno ad essere impiegati negli altri supermercati, "dove li abbiamo subito ricollocati tutti".

FOTO - Come sarà la nuova Coop 'temporanea'

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio di Ponte a Greve, una grande Coop 'temporanea' fino a quando non riaprirà il supermercato bruciato / LE IMMAGINI

FirenzeToday è in caricamento