Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incendio in Piazza Davanzati: opera di una banda di ragazzini 

La madre di uno lo ha accompagnato dai carabinieri 

 

Sarebbe maturato in un piccolo gruppo di teenager l'incendio che ieri ha bloccato per alcune decine di minuti la città a causa dell'alta colonna di fumo nera che ha "tagliato" il cielo sopra Firenze. Il sospetto che l'origine fosse dolosa era piuttosto concreto e si è rafforzato grazie ai video visionati dalla polizia di Stato - titolare dell'indagine - intervenuta sul posto insieme alla polizia municipale e i vigili del fuoco. 

Ad appiccare il rogo sarebbe stato un 13enne dando fuoco a della benzina fuoriuscita da un serbatoio danneggiato di un motorino parcheggiato. Il gesto del giovanissimo, spalleggiato da un amico poco più grande di lui, ha avuto importanti conseguenze sul palazzo che ospita il cinema Odeon e la discoteca Yab oltre ai danni a otto scooter parcheggiati. E' stata la madre del ragazzino, peraltro non imputabile, a trascinarlo dai carabinieri per raccontare cosa avesse fatto. Lui e l'amico del ragazzo, anche lui minore, sono stati denunciati.

Ieri sera anche il sindaco Dario Nardella si era espresso sulla vicenda definendola "un fatto gravissimo", chiarendo di voler subito chiarezza: "Le forze dell’ordine stanno già indagando e ovviamente come Comune garantiremo la massima collaborazione, a partire dall’utilizzo delle immagini delle telecamere. Appena ci saranno sviluppi vi informeremo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento