rotate-mobile
Cronaca

Incendio in una fabbrica di Prato gestita da cinesi, cinque morti due ustionati gravi

Il rogo è scoppiato all'alba in un capannone nella periferia di Prato. Le fiamme hanno invaso la parte della struttura che ospitava il 'dormitorio' dei lavoratori asiatici. Tutti uomini le vittime

Cinque morti, due ustionati gravi. E’ questo il tragico bilancio, provvisorio, di un incendio scoppiato attorno alle 7 di questa mattina in una fabbrica in via Toscana al Macrolotto, nella periferia di Prato. Il rogo si è sviluppato all’interno della ‘You Life’, una ditta di pronto moda gestita da cittadini cinesi.

LA DINAMICA – Ancora non è chiaro come sia scoppiato l’incendio – domato dai vigili del fuoco di Prato, Firenze e Pistoia insieme al lavoro di polizia e carabinieri, attorno alle 12:30 – anche se, secondo fonti ufficiose  non sarebbero stati trovati, al momento, indizi sulla natura dolosa delle fiamme. “L’incendio – ha affermato il portavoce dei Vigili del Fuoco, Stefano Giannelli – al momento è sotto controllo, stiamo spegnendo gli ultimi focolai e stiamo lavorando per rimuovere le macerie per accertare che non ci siano altre persone e le operazioni andranno avanti per tutto il pomeriggio”. Si perché le operazioni di soccorso, domate le fiamme, sono rese complicate dal crollo di parte della struttura ad un solo piano. La stessa che pare ospitasse i “loculi” in cui dormivano gli operai cinesi. E’ per questo che i soccorritori non escludono che sotto le macerie ci possano essere altri corpi (le prime testimonianze parlano di “14 persone” ospitate nei locali).

PRIME VITTIME – I vigili del fuoco hanno cominciato l’opera di spegnimento e, contemporaneamente, di ricerca delle persone che si trovavano all’interno. Il primo morto dell’incendio è un uomo che dormiva all’interno e che ha tentato di mettersi in salvo. Poi, via via che procedevano, tra le macerie ed il cartongesso con cui era realizzato il dormitorio, hanno trovato gli altri quattro cadaveri. Tutti uomini le vittime. Uomini anche i due feriti gravi ricoverati con ustioni e intossicazione all’ospedale di Prato, dove si trova anche una donna in condizioni meno gravi e sintomi da intossicazione. Tra i feriti, inoltre, si segnalerebbe anche la presenza di un minore la cui condizioni non sarebbero gravi.

Il lavoro dei vigili del fuoco continua, sebbene con difficoltà anche a causa del vento forte che nella zona soffia facendo riaccendere i focolai, ispezionando le aree del capannone che sarebbe stata adibita a dormitorio.

IL TESTIMONE – E’ stato un ex carabiniere a dare l'allarme: “Stavo passando con la mia auto – racconta Leonardo Tuci dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo – quando ho visto una colonna di fumo provenire dal capannone. Mi sono avvicinato e ho visto che c’erano alcuni cinesi che mi venivano incontro piangendo e urlando. Sono corso verso il capannone e ho visto un cinese che con un estintore in mano per cercare di spengere l’incendio. Allora – prosegue il racconto – ho preso anche io un estintore per aiutarlo. Era stremato, anche per il freddo, e continuavo a sentire le urla dei cinesi”.

AGGIORNAMENTI – Quattro dei cinque corpi delle vittime dell’incendio della fabbrica andata a fuoco a Prato sono già stati recuperati, mentre il quinto è stato individuato ed i vigili del fuoco stanno lavorando per recuperarlo. “Stiamo facendo un lavoro di spegnimento e messa in sicurezza, stiamo lavorando con molta cautela – spiega il comandante dei vigili del fuoco di Prato Vincenzo Bennardo – soprattutto nella parte in cui c’è stato il crollo del tetto. L’incendio è ancora covante perché i materiali di lavorazione hanno una copertura che noi dovremo togliere per spegnere i focolai”. La fabbrica produceva abiti pronto moda e quindi nel capannone c’erano materiali altamente infiammabili, come stoffe e plastiche. I vigili del fuoco si stanno facendo spazio con piccole macchine movimento terra per arrivare nei punti dove il fuoco è ancora attivo. Sul posto si trova anche il pm di turno della procura di Prato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in una fabbrica di Prato gestita da cinesi, cinque morti due ustionati gravi

FirenzeToday è in caricamento