rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Incendi, il 2022 anno terribile per la Toscana: +56% di roghi

Raddoppiato rispetto agli ultimi anni il numero di ettari interessato dalle fiamme

Un anno difficile sul fronte incendi il 2022 fino ad oggi. Il bilancio dell'attività Aib (Anti incendi boschivi) è stato fatto ier dal presidente della Toscana, Eugenio Giani, e dalla vicepresidente e assessora Stefania Saccardi al termine della stagione estiva e allo scadere del divieto assoluto di abbruciamenti (15 settembre).

"E' stata una stagione molto impegnativa, particolarmente nel mese di luglio, quando per il difficile contesto ambientale, dovuto al lungo periodo di siccità e alle ripetute ondate di calore che hanno interessato la nostra regione, ci siamo trovati a fronteggiare eventi molto intensi e spesso contemporanei che hanno portato al limite la capacità operativa della nostra organizzazione antincendi boschivi".

Per Saccardi "un valido presidio in termini di prevenzione incendi può essere il recupero del lavoro agricolo e pastorale nelle aree rurali".

A livello statistico i primi nove mesi del 2022 si sono chiusi con un totale di 591 incendi forestali in Toscana. Si tratta di un numero di eventi che supera del 56% la media degli ultimi 7 anni.

A livello di superficie boscata percorsa dalle fiamme (2.247 ettari), il 2022 registra un aumento ancora più significativo: gli ettari risultano più che raddoppiati rispetto alla media degli ultimi 7 anni.

La superficie boscata percorsa mediamente in ciascun evento, che dal 2015 al 2021 si attestava poco sopra i 2 ettari, quest'anno è salita a 3,8 ettari, percentuale che comunque è al di sotto della media nazionale del 2022.

Tra gli eventi più significativi, l'incendio di Massarosa del 18 luglio, che ha interessato una superficie di 900 ettari e che ha danneggiato diverse abitazioni e costretto tante persone all'evacuazione dalle proprie residenze.

Quasi in contemporanea l'altro grave incendio di Cinigiano che, oltre a percorrere una superficie rilevante di quasi 800 ettari, ha minacciato l'incolumità delle persone che vivono in quel territorio.

"Nei due eventi più gravi della stagione, la Regione ha stanziato 500mila euro per i più urgenti interventi di salvaguardia. E sono stati approvati 20 Piani specifici di prevenzione che individuano, per altrettante aree a maggior rischio della Toscana gli interventi selvicolturali per ridurre il rischio dell'insorgere di grandi eventi", fa sapere la Regione stessa.

"Grazie alle risorse della Strategia Forestale Nazionale - fa sapere ancora la Regione -, a breve sarà possibile investire una prima somma di circa 1 milione di euro di interventi. Un altro importante intervento di prevenzione, realizzato in collaborazione con i cittadini e le comunità locali, è il percorso per la costituzione delle Firewise Communities: comunità che hanno l'obiettivo della condivisione consapevole del rischio di incendio boschivo e delle attività di autoprotezione, necessarie a mitigare il rischio nelle aree in cui la vegetazione è a stretto contatto con gli spazi abitativi". (Fonte Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi, il 2022 anno terribile per la Toscana: +56% di roghi

FirenzeToday è in caricamento