rotate-mobile
Cronaca Sesto Fiorentino

Ikea contro il campo profughi: "Accattonaggio e tafferugli nel parcheggio"

Il colosso svedese con base a Sesto Fiorentino alza la voce: "Problemi di ordine pubblico nel parcheggio e nelle aree adiacenti tra residenti del vicino campo profughi"

Ikea Firenze, il colosso svedese che fa base a Sesto Fiorentino (da solo l’8% del mercato toscano del mobile e dell’arredo), lamenta nel 2011/2012 un -2,7% di fatturato in meno rispetto alle previsioni. Problemi di cassa ma anche di ordine pubblico. I vertici fiorentini Ikea infatti lamentano criticità emerse nel parcheggio e nelle aree adiacenti. Tutti problemi, è stato sottolineato, più volte segnalati alle autorità competenti. “Purtroppo nel corso del 2012 – afferma l’azienda – si sono verificati diversi problemi di ordine pubblico nel parcheggio e nelle aree adiacenti il punto vendita, causati dall’accattonaggio e dai tafferugli tra residenti del vicino campo profughi nel comune di Firenze. Ikea ha da tempo sollecitato gli amministratori di Sesto e di Firenze, così come le forze di pubblica sicurezza, al fine di assicurare un adeguato grado di tranquillità a dipendenti, visitatori e residenti della zona”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikea contro il campo profughi: "Accattonaggio e tafferugli nel parcheggio"

FirenzeToday è in caricamento