Perché si festeggia Halloween e si usa la zucca? La vera storia di "dolcetto o scherzetto"

La festa di Halloween viene oggi celebrata il 31 ottobre, ma cosa si festeggia davvero? Ecco come scegliere e intagliare una perfetta zucca di Halloween

Perché si festeggia Halloween? La festa che viene dal mondo anglosassone è sempre più diffusa anche in Italia ma per tracciare le origini di Halloween bisogna risalire le pagine della storia fino ad arrivare ad oltre duemila anni fa.
 

Le origini di Halloween

Il primo novembre era considerata la fine della stagione estiva, il tempo del ritorno delle greggi dai pascoli e il rinnovo delle coltivazioni: i celti nell'antica Gran Bretagna e Irlanda celebravano in questa data la festa di Samhain. La festa era anche un momento di contemplazione. Per i Celti morire con onore, vivere nella memoria della tribù ed essere ricordati nella grande festa che si sarebbe svolta la vigilia di Samhain era una cosa molto importante: questo era il periodo più magico dell'anno, il giorno che non esisteva. Durante la notte la credenza voleva che si eliminassero le barriere fra i mondi e permettendo alle forze del caos di invadere i reami dell'ordine ed al mondo dei morti di entrare in contatto con quello dei vivi.
Era quindi considerato il tempo in cui le anime dei morti tornavano a far visita le proprie case e le proprie famiglie. E i celti per l'occasione andavano in giro casa per casa a chiedere piccoli doni in forma di cibo e dolciumi per onorare i morti.
Col tempo la tradizione crebbe e crebbe anche la superstizione che l'accompagnava: la popolazione iniziò ad accendere fuochi sulle colline e appendere lanterne ricavate da rape. 

Perchè si usano le zucche ad Halloween

La tradizione di scavare le zucche nasce quando la festività viene introdotta negli Stati Uniti nelle ondate migratorie successive alla scoperta del Nuovo Mondo: in America le zucche erano più facilmente reperibili e venivano scavate in modo da rappresentare il volto dei demoni che dovevano essere scacciati. In quello stesso periodo nacque la tradizione del travestimento.
In America la tradizione iniziò a prendere piede verso la metà del 1800: questi immigrati, prevalentemente irlandesi, ricostruirono i loro costumi di Halloween a New York, a Boston, a Philadelphia e la popolazione locale accettò di buon grado le nuove usanze. Per la metà del Ventesimo secolo la tradizione era ormai diffusa in quasi tutto il mondo anglosassone su entrambi i lati dell'Oceano.
E così Halloween viene oggi celebrata il 31 ottobre ed è vista un po' ovunque una festa laica. Ma vi è anche un risvolto cristiano. Con papa Bonifacio IV il cristianesimo stabiliì il giorno di Tutti i Santi che, celebrato originariamente il 13 maggio, venne gradualmente spostato al primo novembre. La società pagana si era fatta ormai cristiana. E dunque la vecchia festa di Samhain, una celebrazione pagana, venne trasformata nell`occasione per celebrare le vite dei santi cristiani.

Quale zucca scegliere e come intagliarla

Indubbio che l'affermarsi della notte delle streghe ha aperto il nuovo "mercato" delle zucche intagliate con le quali si cimentano un numero crescente di italiani. Per intagliare un'autentica zucca di halloween occorre innanzitutto scegliere una bella zucca dal peso compreso tra i cinque e i dieci chili, rotonda e senza imperfezioni perché, piu' liscia è la superficie, piu' facile è intagliarla.
Con uno scalpello a forma di V poi bisogna tracciare le linee sul volto della zucca e con un coltello da cucina ben affilato e non troppo flessibile occorre scavare per intagliare i tratti del "volto" in modo da ricavare dei fori da dove fuoriesca la luce. Per inserire al suo interno una candela accesa è sufficiente scavare un buco sul fondo della zucca per ricavare una via d'entrata.
Chi volesse conservare a lungo il ricordo della magica notte delle streghe deve una volta alla settimana passare sulla parte esterna un po' di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto. Successivamente ogni 4-5 giorni deve immergerla in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, in casa, di notte è consigliabile coprire la zucca con un panno umido.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

Torna su
FirenzeToday è in caricamento