rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

Torna in patria per farsi rifare la patente ritirata in Italia: beccato di nuovo e stangato

Fermato dalla polizia municipale: maximulta, nuovo ritiro della patente e addio auto per tre mesi

Visto che la patente gli era stata ritirata, si era fatto un duplicato durante una visita nel suo Paese, ma lo stratagemma è stato scoperto dalla polizia municipale. Il protagonista è un cittadino cinese fermato da una pattuglia dell'autoreparto durante un controllo nel quartiere 5 due giorni fa, mercoledì.

L’uomo ha mostrato agli agenti una patente cinese, corredata di regolare traduzione, che dagli accertamenti è risultata autentica ma non valida sul territorio italiano perché il conducente è residente a Firenze da oltre un anno.

Da ulteriori verifiche è emerso che l’uomo nell’aprile scorso era già stato multato per la stessa violazione, con il contestuale ritiro della patente cinese che ad oggi si trova ancora negli uffici della prefettura.

Alla richiesta di spiegazioni il conducente ha confessato di aver ottenuto il duplicato della patente ritirata durante un viaggio in Cina sperando di poter eludere nuovi controlli.

Gli agenti lo hanno quindi multato per oltre 2mila euro di verbali, la patente è stata ritirata e il veicolo sottoposto a fermo per 3 mesi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in patria per farsi rifare la patente ritirata in Italia: beccato di nuovo e stangato

FirenzeToday è in caricamento