menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via de' Neri: "guerra" ai turisti, rischio multe salate

Palazzo Vecchio sta definendo i limiti entro i quali si potrà operare

Ultimi ritocchi all'ordinanza voluta per far sì che turisti, italiani e stranieri, non si siedano sui marciapiedi di Via de' Neri a consumare panini e schiacciate magari con qualche affettato. Il rischio per chi è beccato dalla polizia municipale ad addentare in sosta mortadella, salame toscano e lampredotto, è di vedersi comminare una multa di quelle salate. Infatti la multa per chi fosse sorpreso a pranzare poggiato a terra oscillerebbe tra i 150 e i 500 euro. Il provvedimento dovrebbe durare fino a fine anno arginando così le polemiche montate in questo scorcio d'estate.

Per rendere la zona ancor di più off limits, il provvedimento, probabilmente in vigore già da lunedì, potrebbe riguardare anche le strade limitrofe. Ad aiutare nei pit stop culinari, dopo la sospensione estiva, dovrebbero anche tornare in strada gli Osservatori voluti dal comitato di Via de'Neri.


Vista la complessa applicazione dell'ordinanza, Palazzo Vecchio si starebbe operando alacremente e starebbe lavorando intorno al concetto di "stazionamento". Particolare, precisa la Repubblica, che prevederebbe la messa al bando persino dello stare fermi a mangiare davanti ai locali che vendono panini. Il concetto, in pratica, sarebbe: prendi il panino e scappa! Fortunatamente i visitatori dei punti di ristoro potranno contare dalla loro su alcuni cartelli esposti (italiano e inglese) che li avviseranno dei rischi di mangiare un panino. Un panino che a un turista spensierato potrebbe costare un vacanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento