Cronaca Pitti

Green pass: necessario per entrare a Boboli, proteste dei residenti

Il parco monumentale, unico spazio verde per chi vive nel centro storico, è sottoposto alle regole dei Beni culturali

Per gli abitanti dell'Oltrarno è l'unico spazio verde del quartiere, con mamme e bambini che da sempre ne hanno fatto il loro luogo elettivo per una boccata d'ossigeno sotto gli alberi secolari. Ma, d'altro canto, il parco monumentale di Boboli deve obbedire alle regole imposte dal Ministero dei Beni culturali.

E quindi, spiega oggi La Nazione, in applicazione del Decreto Legge 105 del 23 luglio, entrato in vigore il 6 agosto scorso, che si intitola "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche", anche gli oltre 14mila residenti del centro storico e in particolare dell'Oltrarno per accedere al 'loro' giardino devono esibire il green pass oppure essere muniti di tampone eseguito nelle 48 ore precedenti. Anche se nel caso specifico i monumenti da ammirare sono comunque tutti all'aria aperta.

Boboli: senza prenotazione anche per i fiorentini

La stessa regola, del resto, vale in Sicilia per la Valle dei Templi o a Pompei per visitare gli scavi e la città nuova. Quello dello status del giardino di Boboli è un problema, prosegue La Nazione, che si è riproposto più volte in questo periodo di emergenza Covid. E' stato chiuso prima e lo è rimasto più a lungo rispetto a qualsiasi altro spazio verde cittadino. E molto rumore ha fatto la polemica sul pagamento della prenotazione, imposta dalle regole anti Covid del Ministero che - a termini di legge - dovevano pagare anche i fiorentini per varcare gli antichi cancelli.

Settimane di diatriba e, alla fine, la contestata prenotazione obbligatoria durante i fine settimana, è stata tolta. Ora è la volta del green pass e, ancora una volta, i residenti auspicano un intervento del direttore della Galleria degli Uffizi (e quindi anche di Boboli) Eike Schmidt per creare una 'eccezione' per chi usufruisce di una piccola parte del giardino accessibile dall'ingresso di Annalena (in via Romana). Per questo ieri, conclude La Nazione, l'associazione Idra ha inviato una proposta in tal senso direttamente al ministro per i Beni culturali Dario Franceschini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass: necessario per entrare a Boboli, proteste dei residenti

FirenzeToday è in caricamento