rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Addio a Golia, il cane pompiere che salvava i bambini (e li faceva sorridere al Meyer)

Fiorino d'oro nel 2017, fulcro dell'unità cinofili dei vigili del fuoco della Toscana, è intervenuto ad Amatrice, Ischia, Rigopiano. Ha ricercato centinaia di dispersi. E intratteneva i bambini all'ospedale pediatrico fiorentino

Ieri è morto il cane Golia del conduttore Stefano Feroci, che ha fatto parte del nucleo cinofili dei Vigili del Fuoco della Toscana per diversi anni. Golia era stato insignito del Fiorino d'Oro nel 2017, per il suo intervento all'hotel di Rigopiano.

Il pastore tedesco, in servizio dal 2021 al 2018, è intervenuto praticamente ovunque si sia verificata un'emergenza negli ultimi anni: oltre a Rigopiano, durante i terremoti di Amatrice e di Ischia, per l'esplosione della villetta a Villamagna, per le ricerche della bambina con la nonna a Reggello, della madre e della figlia lago di Bolsena e per la ricerca di moltissime altre persone disperse. Molte volte con esiti positivi.

Amatissimo dai bambini, Golia ha lavorato a lungo anche presso l'ospedale pediatrico del Meyer, intrattenendo i bambini meno fortunati.

Screenshot_20210818-211525_WhatsApp-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Golia, il cane pompiere che salvava i bambini (e li faceva sorridere al Meyer)

FirenzeToday è in caricamento