rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

La Gkn in università, Salvetti agli studenti: "Avremo bisogno anche della vostra intelligenza"

Prosegue la mobilitazione permanente del Collettivo di Fabbrica

"Abbiamo bisogno anche della vostra intelligenza". A qualcuno avranno ricordato Gramsci, le parole rivolte da Dario Salvetti agli studenti universitari accorsi questo pomeriggio a Novoli all'incontro organizzato dall'Udu, l'Unione degli universitari.

Una sorta di tappa, anche quella odierna, nel percorso di mobilitazione permanente messo in moto dal Collettivo di Fabbrica dei lavoratori della Gkn da quell'infame 9 luglio, quando piombò la mail sulla testa degli oltre 400 lavoratori: licenziamento per tutti.

"Siamo di fronte ad un mostro finanziario. Il fondo 'Melrose' nel 2018 ha potuto sborsare 8 miliardi di sterline ed acquisire una società con 60mila dipendenti. Poi abbiamo visto quello che hanno fatto", prosegue Salvetti, di fatto il leader dei lavoratori che da oltre 100 giorni presidiano la fabbrica.

"La volontà di chiudere era qualcosa di studiato, Melrose è già alla terza condanna per violazione dell'articolo 28 sul comportamento antisindacale. Solo che già nei due casi precedenti le sanzioni non ci sono state", prosegue Salvetti, che alla politica chiede decisamente di più.

"Ai tavoli ministeriali vediamo dissuasione morale. 'Per favore non chiudete'. Manca la volontà politica di prendere decisioni forti, per questo abbiamo presentato una nostra proposta di legge contro le delocalizzaioni".

Poi una stoccata "a quelli che sarebbero i 'sovranisti', che chiudono i confini di fronte a cento disperati che arrivano in gommone e spalancano le porte al peggiore capitalismo finanziario. Noi insorgiamo e resistiamo, non faremo calare l'attenzione, non permetteremo la chiusura della fabbrica, magari tra due anni", conclude Salvetti.

Al dibattito, tra gli altri, presenti anche la ricercatrice in economia Marta Fana, autrice dei volumi 'Basta salari da fame' e 'Non è lavoro, è sfruttamento', e Maurizio Brotini, della Cgil Toscana.

"Oggi è all'opera un capitalismo predatorio. Ma tutte queste, la finanziarizzazione dell'economia, l'aumento della disoccupazione studiato a tavolino per far diminuire il potere politico dei lavoratori, non sono cose che accadono per caso. Sono frutto di precise scelte politiche, quelle attuate negli ultimi decenni", ricorda Brotini agli studenti.

Prossima chiamata della Gkn, l'assemblea pubblica del 28 ottobre alle 20:30, al Teatro Puccini di Firenze, per un nuovo incontro dei lavoratori con la cittadinanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Gkn in università, Salvetti agli studenti: "Avremo bisogno anche della vostra intelligenza"

FirenzeToday è in caricamento