Cronaca Campi Bisenzio

Gkn, fissato l'incontro al Mise: "Chiederemo di sospendere i licenziamenti"

Il 15 luglio è previsto il tavolo al ministero dello Sviluppo economico. Il governatore Giani: ''Siamo disposti ad andare anche a Londra''. Il sindaco di Firenze Nardella: ''Atto ostile contro l'Italia''

Dopo diversi giorni di presidio, per i 422 lavoratori licenziati dall Gkn di Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, arriva una data da cui iniziare il confronto con l'azienda: giovedì 15 luglio è stato convocato un tavolo al Ministero dello sviluppo economico, che sarà presieduto dal sottosegretario Alessandra Todde.

Il tavolo si svolgerà in videoconferenza e vi sono stati invitati il ministero del Lavoro, la Regione Toscana, il sindaco di Firenze, Gkn Firenze Spa, Gkn Auotomotive Plc, Melrose Plc e le organizzazioni sindacali.

Giani: ''Chiederemo di sospendere i licenziamenti"

Il presidente della Toscana, Eugenio Giani, nel corso di una conferenza stampa a Firenze, ha fatto il punto della situazione: "La sottosegretaria Alessandra Todde mi ha comunicato che sono partite oggi le lettere per la convocazione di un tavolo al ministero dello sviluppo economico per giovedì prossimo. Sarà un primo confronto forte. Dobbiamo essere uniti nella condanna del comportamento dei vertici di Melrose Industries, fondo d'investimento proprietario della Gkn, e deve essere ferma la determinazione a chiedere la sospensione delle procedure di licenziamento".

''Siamo disposti anche ad andare a Londra -  ha aggiunto Giani - dove ha sede la Melrose, per chiedere di revocare i licenziamenti".

Nardella: ''Atto ostile contro l'Italia''

Sulla stessa linea l'opinione di Dario Nardella, sindaco di Firenze: "C'è anche un aspetto di legislazione su cui dobbiamo intervenire. Ne ho parlato ieri con la viceministra Alessandra Todde. Ci sono probabilmente degli aspetti delle legislazione italiana che si possono rafforzare, per prevedere penali più dure contro gruppi industriali che delocalizzano senza sufficienti ragioni. Dobbiamo anche verificare quali e quanti aiuti/sostegni/contributi pubblici ha avuto la Gkn, per intraprendere azioni anche molto dure contro questo gruppo".

Fra le azioni annunciate da Nardella per le prossime ore: "Questa settimana la viceministra mi ha confermato che ci sarà un tavolo con le istituzioni al quale parteciperà anche la Città metropolitana. Siamo al fianco della Regione e del Governo per condividere delle azioni, anche un pressing forte sul gruppo industriale a cui fa riferimento la Fiat, principale cliente della Gkn. E' giusto anche interpellare un grande gruppo industriale che ha sempre avuto rapporti e supporto dalle istituzioni italiane. Lavoreremo anche sul fronte dei rapporti diplomatici perché ne va delle buone relazioni tra Paesi, non è accettabile che questo gruppo inglese possa comportarsi così con un Paese amico, lo considero un atto ostile contro il nostro Paese'', ha concluso Nardella.

La contromossa: ordinanza contro l'arrivo dei tir in fabbrica

Il licenziamento via mail

Viaggio tra gli operai licenziati

Letta: "Rivedere blocco licenziamenti"

Sindacato: "Atto banditesco"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gkn, fissato l'incontro al Mise: "Chiederemo di sospendere i licenziamenti"

FirenzeToday è in caricamento