Cronaca

Giornata contro la violenza sulle donne: a Firenze calano atti persecutori, maltrattamenti e violenze sessuali

I dati della questura. Il questore Santarelli: "Non abbassare la guardia"

Una notizia che restituisce un po' di speranza, nel triste giorno in cui si commemorano le vittime di femminicidio: donne umiliate, violate e uccise da mariti, compagni ed ex compagni violenti, gelosi, fanatici. Tre, a Firenze, nei primi sette mesi del 2020.

Emerge dai dati diffusi dalla questura di Firenze, relativamente ai reati 'tipici' commessi a danno delle donne nel 2020, rispetto al 2019, nel capoluogo.

I dati

La questura rileva come gli atti persecutori - lo 'stalking' anglosassone - siano calati dai 142 del periodo gennaio-settembre 2019 ai 98 dello stesso periodo 2020.

Calo significativo anche per quanto riguarda i maltrattamenti contro familiari e conviventi, passati dai 249 del gennaio-settembre 2019 ai 192 del 2020.

Violenza di genere in Toscana: il rapporto completo

Infine le violenze sessuali, dai palpeggiamenti agli stupri: 71 da inizio anno allo scorso settembre, 103 dall' inizio del 2019 al settembre dello stesso anno, registrano in via Zara.

Il commento del questore

“Questi dati non devono farci abbassare la guardia sul fenomeno - commenta il questore di Firenze Filippo Santarelli - la violenza di genere è un crimine che non deve mai essere sottovalutato né sottaciuto. Ecco perché parlarne frequentemente e ricordare alle vittime che non sono sole è un loro diritto ed un nostro dovere".

"Uscire da contesti violenti - aggiunge Santarelli -  è un percorso e come tutti i percorsi inizia con un primo passo, ossia la richiesta di aiuto, da parte delle vittime, che trova nel costante impegno della polizia di Stato e di altre istituzioni il secondo.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata contro la violenza sulle donne: a Firenze calano atti persecutori, maltrattamenti e violenze sessuali

FirenzeToday è in caricamento