rotate-mobile
Cronaca Centro Storico

Strage dei Georgofili, ergastolo confermato per D'Amato

La difesa aveva chiesto l'assoluzione: "Non sapeva a cosa sarebbe servito l'esplosivo"

La Corte d'Appello di Firenze conferma la condanna all'ergastolo per Cosimo D'Amato, il pescatore siciliano che fornì il tritolo rinvenuto in mare ed usato per le stragi mafiose del 1993 a Firenze, Roma e Milano. D'Amato ha 69 anni, aveva chiesto l'assoluzione attraverso i propri legali. L'imputato, questa la linea difensiva, sarebbe stato estraneo alle stragi perché inconsapevole dell'utilizzo del tritolo che serviva per la pesca di frodo e non per finalità stragiste. Al D'Amato spetta adesso anche il pagamento delle spese processuali sostenute dalle parti civili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage dei Georgofili, ergastolo confermato per D'Amato

FirenzeToday è in caricamento