Venerdì, 19 Luglio 2024
Fondazione Meyer

“Dimissioni di Carrai”, i sanitari per Gaza ricevuti in Palazzo Vecchio

Una delegazione ha incontrato il presidente del Consiglio Milani. Il vice Cocollini: “Vergognosa intimidazione”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Alla fine una delegazione di Sanitari per Gaza, associazione che ha raccolto 12mila firme online per le dimissioni dalla presidenza della Fondazione dell’ospedale pediatrico Meyer del console onorario di Israele Marco Carrai, è stata ricevuta in Palazzo Vecchio dal presidente del consiglio Luca Milani. Nei prossimi giorni la stessa operazione sarà ripetuta in Regione. “L’obiettivo - spiega Francesco Polli, a nome dell’associazione - è continuare a fare pressione su chiunque abbia il potere decisionale per spingere Carrai alle dimissioni”.

Nello specifico i Sanitari per Gaza sottolineano come Carrai non abbia “mai speso una parola in difesa della popolazione civile né si è mai indignato per il criminale attacco agli ospedali e per il massacro di oltre 400 sanitari nell'esercizio delle proprie funzioni. Per queste ragioni le finalità della Fondazione ci risultano del tutto disattese ed incompatibili con la posizione attualmente portata avanti dal console onorario di Israele”.

Unico gruppo a sostenere la protesta è Sinistra progetto comune,  “ci dispiace non aver sentito nessuna parola di condanna da parte di Marco Carrai nei confronti del comportamento del governo di Israele. Così come colpisce il silenzio dell'Assessora Funaro, che ha fatto anzi gli auguri di buon lavoro a questa figura. Da candidata sindaca ci aspettiamo che vorrà dire qualcosa sul tema. Noi confermiamo il nostro sostegno per i movimenti per la pace e la solidarietà fra i popoli”.

Solidarietà a Carrai arriva invece dal vicepresidente del Consiglio comunale, Emanuele Cocollini, presidente dell'associazione Italia-Israele di Firenze che parla di “atto di vergognosa intimidazione” che è “solo dell’ultimo vile gesto strumentale nei confronti del console Carrai. A lui va la nostra solidarietà e il nostro invito ad andare avanti senza esitazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Dimissioni di Carrai”, i sanitari per Gaza ricevuti in Palazzo Vecchio
FirenzeToday è in caricamento