rotate-mobile
Cronaca

Carmignano, restituita alla Chiesa di S.Michele una coppia di moretti rubata 45 anni fa

Acquistate da un collezionista toscano

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

A 45 anni di distanza dal suo furto - era il 26 aprile 1979, per la precisione - una coppia di moretti portavaso in legno intagliato e dorato del 18°secolo sono stati restituiti alla Chiesa di San Michele Arcangelo di Carmignano - e in particolare all'attuale parroco - da parte del Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Firenze. Il ritrovamento è stato possibile mediante la comparazione delle fotografie pubblicate sul catalogo di un’asta risalente al 2021 e tenutasi presso un importante casa d’aste, con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti” gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale. In questo modo se ne è accertata l'illecita provenienza. 

A riguardo, le indagini iniziali hanno rivelato come le opere si trovassero a Venezia, nell'abitazione di un soggetto residente però Milano che si è visto sequestrata la coppia di moretti.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia, ha consentito di stabilire che le opere, dopo il furto del 1979, erano stata acquistate da un noto collezionista toscano. Successivamente, la nipote nominata amministratrice di sostegno, per far fronte economicamente alle esigenze assistenziali nei confronti dello zio, aveva scelto di metterle all’asta. Gli accertamenti finali hanno appurato l’estraneità ai fatti per i soggetti coinvolti, trattandosi di acquisti in buona fede. Data la natura giuridica dei beni, essendo di proprietà di ente religioso e pertanto sottoposti a tutela, l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto la restituzione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carmignano, restituita alla Chiesa di S.Michele una coppia di moretti rubata 45 anni fa

FirenzeToday è in caricamento