menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di pascalhelmer da Pixabay

Foto di pascalhelmer da Pixabay

Scarperia: derubato dalla colf, fermata al bancomat  

Accusata di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di pagamento

Ieri i carabinieri di Scarperia, assieme ai militari di Borgo San Lorenzo, hanno tratto in arresto un'italiana di 43 anni, già nota alle forze dell’ordine, per furto aggravato e indebito utilizzo di carte di pagamento. La vittima, residente in Mugello, tornata a casa in mattinata, si è accorta della mancanza della sua carta di pagamento custodita in casa, allertando così i carabinieri.

Nella circostanza ha riferito che l’unica persona che aveva avuto accesso all'abitazione era stata la collaboratrice domestica. In assenza di segni di effrazione, i carabinieri si sono subito attivati, predisponendo un servizio di controllo nei pressi degli sportelli della zona, al fine di acquisire riscontri ai sospetti loro palesati. Ed è proprio presso uno di questi Atm che è stata notata la donna, impegnata in un prelievo.

Effettuati i controlli di rito, gli uomini dell'Arma hanno così trovato la carta magnetica e il denaro contante prelevato qualche istante prima. Dinanzi a tali evidenze, si è proceduto all’arresto in flagranza di reato per il furto della carta, aggravato dall’aver commesso il fatto con abuso delle relazioni domestiche, nonché per l’indebito utilizzo fatto della carta prelevata dall’abitazione.

La donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto nella mattinata odierna. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Oroscopo Paolo Fox oggi 18 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Arte: i tesori di Firenze

    Museo della Misericordia: custode di storia e arte

  • social

    Volterra sarà la Città toscana della cultura 2022

  • Psicologia: nel cuore della mente

    Pandemia e personalità dei giovani

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento