Cronaca Statuto / Via Vittorio Emanuele II

Rifredi: calci e pugni al giovane alla fermata della tramvia

Indaga la polizia che esclude il movente razzista

Un giovane di origini camerunensi è stato preso a calci e pugni alla fermata "Poggetto" della tramvia, ieri sera poco prima delle 18:30, da un gruppo di ragazzi. 

La vittima, 26 anni, si trovava in via Vttorio Emanuele II quando ha visto scendere dal 'Sirio' una ragazza con indosso quello che gli è parso essere proprio il suo zaino, scomparso giorni addietro e il cui furto era stato regolarmente denunciato. 

La dinamica

Il giovane ha fermato la ragazza e le ha chiesto di restituirgli lo zaino che gli apparteneva. Quest'ultima glielo ha reso, gettandoglielo però addosso, con un gesto di stizza.

A quel punto, ha ricostruito la polizia poi intervenuta sul posto, il 26enne ha dato a intendere che avrebbe chiamato le forze dell'ordine.

E' stato allora che sono sbucati i due amici della ragazza che hanno prima preso a calci e pugni il 26enne e poi sono fuggiti, insieme all'amica, in direzione di piazza Dalmazia.

Stazione: donna presa a pugni alla fermata del tram

Il giovane ha fortunatamente riportato lesioni lievi ma la paura è stata tanta.

Al vaglio degli investigatori - che escludono motivazioni razziste alla base dell'episodio - le telecamere di sorveglianza presenti in zona, sia per strada che nell'area della tramvia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifredi: calci e pugni al giovane alla fermata della tramvia

FirenzeToday è in caricamento