rotate-mobile
Cronaca

San Giovanni: il patrono avrà i suoi 'fochi', trovati 100mila euro

I classici 'fochi' di San Giovanni sono stati a rischio fino all'ultimo. La campagna di raccolta fondi però è andata bene. Il sindaco: "Grazie a tutti"

I 'fochi' anche quest'anno sono salvi. Mercoledì, 24 giugno, la festa del patrono sarà festeggiata a dovere. Ma si è rischiato di restare a secco, se non fosse stata per una raccolta straordinaria di fondi delle ultime settimane, i ‘fochi’ ci saranno. Grazie ad una campagna rivolta a enti, banche, associazioni, confraternite, imprenditori, industriali, artigiani e privati cittadini sono stati infatti raccolti 56mila euro. E altri 52mila sono stati promessi e stanno per arrivare.

«Ringrazio la Società di San Giovanni che ci ha consentito di fare questo appello corale a tutta la città di Firenze con la Camera di Commercio – sottolinea il sindaco Dario Nardella –. Grazie anche a quei cittadini che si sono fatti avanti e agli imprenditori che hanno accolto la richiesta. I fuochi saranno speciali, con un omaggio ai 150 anni di Firenze Capitale e ai 750 anni dalla nascita di Dante».

Quest'anno sarà possibile ammirare i ‘fochi’ anche da un luogo eccezionale: il camminamento di ronda di Palazzo Vecchio. Tutti coloro che prenoteranno, massimo 100 persone, entro il giorno della festa (prenotazione obbligatoria allo 055-2768224 o 055-2768558 mail) godranno di questa splendida cornice, al costo di 50 euro. 70 cittadini bisognosi, infine, potranno assistere ai fochi dalla Terrazza di Saturno di Palazzo Vecchio. I fuochi, come sempre, saranno alle 22.

Gli eventi in onore del Patrono seguiranno la tradizione fin dal mattino: alle 8, messa in Battistero per i defunti della San Giovanni, alle 8.30 dalla sede della Società di San Giovanni (in via Folco Portinari 11) si muoverà un corteo, fino alla Loggia del Bigallo. Qui verrà esposto alla venerazione dei fiorentini un reliquiario.

Nel pomeriggio del 24 giugno nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio il sindaco Nardella consegnerà il Fiorino d'Oro ad Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Fondazione Meyer, Lucia Banci e Roberta Sessoli (due scienziate dell’università di Firenze), Mario De Bellis (il carabiniere che lo scorso 29 maggio ha salvato due bambini caduti in un pozzo a Bagno a Ripoli), Torello Latini (proprietario del ristorante ‘Il Latini’), Mauro Pagliai (l’imprenditore che ha fondato e diretto per quasi cinquant’anni la casa editrice Polistampa e che nel 2007 ha dato vita alla nuova sigla Mauro Pagliai Editore). Nel pomeriggio del 24 alle 17 è prevista anche la finale del Calcio Storico in piazza Santa Croce fra Verdi e Bianchi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni: il patrono avrà i suoi 'fochi', trovati 100mila euro

FirenzeToday è in caricamento