rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Studentesse morte in Spagna: funerali a Firenze, Greve e Gavorrano

Rientrati i corpi, domani i riti funebri nelle rispettive parrocchie

I funerali delle studentesse toscane morte nell'incidente di domenica scorsa in Spagna, presso Tarragona, si terranno domani, venerdì, nelle chiese delle tre parrocchie che le giovani frequentavano, a Firenze, Greve in Chianti e Gavorrano, nel grossetano. Le salme di Valentina Gallo, Lucrezia Borghi ed Elena Maestrini sono rientrate questa mattina a Pisa.

I corpi delle ragazze resteranno esposti in camere ardenti fino a domani, giorno delle esequie. Il funerale di Valentina, 22 anni, si terrà alle 11:30 nella chiesa del Sacro Cuore al Romito, la parrocchia che, poco distante da dove abitava, l'ha vista crescere e dove la ragazza ha ricevuto comunione e cresima.

La salma di Lucrezia, 21 anni, sarà invece esposta all'oratorio di Greti, piccolo borgo a pochi chilometri da Greve dove la ragazza era impegnata come catechista nell'ambito delle attività della parrocchia di Greve. Il funerale, domani mattina alle 11, nella chiesa di Santa
Croce di Greve: il sindaco Paolo Sottani ha disposto la chiusura degli uffici comunali dalle 10 fino alla fine del rito funebre e invitato i negozianti a tenere chiuse le attività in segno di lutto. La ragazza sarà sepolta nel cimitero di Greve.

Elena, 21 anni, sarà salutata nella sua parrocchia, a Bagno di Gavorrano (Grosseto), dove viveva con i genitori. La camera ardente sarà al cinema Roma. I funerali saranno domani alle 15. Il sindaco Elisabetta Iacomelli ha proclamato il lutto cittadino per l'intera giornata di venerdì.

"Elena, Elisa, Lucrezia, Valentina rappresentano la faccia bella dell’Europa che vogliamo, quella del confronto, del dialogo, dello studio, dell’integrazione, della capacità reale di abbattere i confini", ha detto il consigliere segretario dell’ufficio di presidenza del consiglio regionale Antonio Mazzeo, all’aeroporto militare 'Arturo Dall’Oro', all'arrivo delle salme delle quattro studentesse morte nell’incidente in Catalogna.

"La 'generazione Erasmus' è un patrimonio straordinario che rappresenta il futuro nostro e dell’intera Europa - ha continuato Mazzeo -. Ai loro genitori e alle famiglie delle vittime va la vicinanza, la solidarietà e il pensiero commosso mio e di tutto il consiglio regionale della Toscana".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studentesse morte in Spagna: funerali a Firenze, Greve e Gavorrano

FirenzeToday è in caricamento