rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

I funerali di don Renzo Rossi, Betori: "Il suo cuore era fuso con quello di Cristo"

Si è svolta nella basilica di San Lorenzo la celebrazione funebre del 'prete dei poveri', il missionario di Firenze. "Don Renzo era in intimità con Gesù", ha detto l'arcivescovo

“Don Renzo era in intimità con Gesù, il suo cuore era fuso con quello di Cristo: questo era il suo grande segreto”, queste le parole pronunciate dall’arcivescovo fi Firenze, Giuseppe Betori, durante l’omelia funebre per il ‘prete dei poveri’, il missionario di Firenze, scomparso lo scorso lunedì a causa di un male incurabile. “Questo – ha continuato Betori – gli ha dato la forza di attraversare i luoghi più impervi senza essere risucchiato. Non c’è povertà, dalle carceri alle favelas, che egli nel mondo non abbia visitato portandovi la parola di Gesù”.

Centinaia le persone accorse questa mattina nella basilica di San Lorenzo per porgere l’ultimo saluto a don Rossi. Tra queste anche il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, accompagnato dalla moglie Agnese e dai figli. Betori ha anche voluto ricordare l'indole scherzosa di don Rossi: “L’ultima burla ce l’ha fatta andandosene durante la settimana Santa e di fronte a ogni problema, mi raccomanderò di 'non fare il bischero', come era solito dirmi sempre lui. E la sua presenza mi accompagnerà nelle decisioni”. Don Rossi era “gioioso e obbediente: sapeva – ha detto ancora il cardinale – di aver consegnato la sua vita a Cristo e alla Chiesa e di non avere perciò nulla di cui preoccuparsi. Era un prete che ha svolto la sua missione con tutto il suo amore, tutta la sua forza, tutta la sua fedeltà. Queste sue qualità ci mancheranno molto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I funerali di don Renzo Rossi, Betori: "Il suo cuore era fuso con quello di Cristo"

FirenzeToday è in caricamento