rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

Fridays for future: "Stop alle grandi opere"

L'appello dei ragazzi al governatore Rossi

Mobilitazione dei militanti di Fridays For Future Firenze - per tutta la settimana - contro le grandi opere. "Da oggi, 21 Ottobre, - scrivono in una nota - dichiariamo ufficialmente lo stato di mobilitazione permanente. Siamo nuovamente pronti a riempire le piazze e a far sentire la nostra voce: ogni venerdì sciopereremo per il clima davanti ad una scuola diversa e organizzeremo altre iniziative per approfondire e mettere in vista le cause della grave crisi ecologica che stiamo vivendo". 

I militanti scenderanno in piazza il 25 ottobre. "Lo School Strike all’Istituto Machiavelli-Capponi: questo venerdì mattina invitiamo le studentesse e gli studenti di questa scuola a non entrare in classe e a restare con noi in piazza per far sentire la nostra voce e per parlare di cambiamenti climatici e del legame della lotta per il clima con la lotta contro le grandi opere.  Presidio all’aeroporto di Peretola: dalle 16.30 saremo all’aeroporto per ribadire forte e chiaro che non vogliamo l’ampliamento di Peretola, vogliamo che quei soldi siano investiti per una mobilità più sostenibile", riferiscono gli attivisti di Fridays for Future Firenze. 

L'appello a Rossi e Nardella sui rifiuti

"Chiediamo nuovamente al Sindaco Nardella e al Presidente Enrico Rossi di archiviare definitivamente il progetto per la realizzazione dell’inceneritore a Sesto Fiorentino. Gli inceneritori non sono una risposta al problema dei rifiuti, anzi ne creano di ulteriori: inquinamento atmosferico, deturpazione del paesaggio naturale e rischi per la salute di chi vive nelle zone limitrofe (con l’emissione di diossine, che finiscono nell’aria, nei terreni e nelle acque). Crediamo che anche in questo ambito si debba avviare un cambiamento reale di paradigma. L’amministrazione deve iniziare a lavorare in primis per ridurre la produzione di rifiuti sul suo territorio ed investire le sue risorse per una gestione realmente circolare ed ecologica dei rifiuti. Mettere in funzione un inceneritore significa bypassare il problema, senza andare realmente ad affrontarlo. Nel contesto di crisi ecologica in cui ci troviamo, ci sembra assurdo che si pensi ancora di costruire inceneritori invece di promuovere una raccolta che punti al 100% sul riciclaggio". 

FOTO - Terzo sciopero del clima, sfilano in migliaia

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fridays for future: "Stop alle grandi opere"

FirenzeToday è in caricamento